Condividi:


Prof sospesa: presidio di solidarietà a Genova

di Redazione

Striscione: la scuola non insegni i pensieri ma a pensare

Manifestazione di 400 docenti dei Cobas delle Scuole oggi pomeriggio da piazza De Ferrari sino in via Roma per arrivare sino alla prefettura. Obiettivo: la solidarietà alla professoressa  Rosa Maria Dell'Aria di Palermo sospesa dopo essere stata accusata di non aver vigilato sul lavoro di alcuni studenti che in un compito avevano paragonato il decreto sicurezza del ministro degli interni  Matteo Salvini alle leggi razziali.

Il corteo dei docenti ha provocato disagi al traffico.

In piazza con cartelli e striscioni sono scesi gli insegnanti i sindacati Cobas e Usb, Genova solidale, la Cgil, l’Anpi ma, soprattutto ci sono tanti studenti e genitori. Tanti gli striscioni che ricordano come la scuola debba insegnare “non i pensieri ma a pensare”.

“Massima solidarietà a questa professoressa che ha subito una ritorsione per quello che i suoi alunni hanno espresso – ha spiegato Monica Monticone, docente dell'istituto Firpo – ma penso che questa sia anche un’occasione per provare a costruire e a dare la possibilità a chi come questa insegnante ha a cuore la scuola di unirsi intorno a contenuti e valori e ideali".