Condividi:


Processo crollo Ponte Morandi, Cisl Liguria si costituisce parte civile

di Marco Innocenti

Il segretario Luca Maestripieri: "Segnale forte dell’impegno costante del nostro sindacato per la tutela dell'incolumità pubblica e dei lavoratori"

La Cisl della Liguria, insieme alle federazioni di categoria regionali, Fit (trasporti), Filca (edili), Fim (metalmeccanici), e Fisascat (terziario) ha deciso di costituirsi parte civile nel processo per il crollo del Ponte Morandi. Lo ha annunciato il segretario generale Luca Maestripieri. Per questo è stato conferito mandato al legale del sindacato di procedere in sede penale. 


"La Cisl - commenta Maestripieri - è da sempre molto impegnata e attiva nella promozione della sicurezza sui luoghi di lavoro. Numerosi sono stati i nostri interventi su Società Autostrade per l’Italia, per far sì che la rete autostradale fosse messa in sicurezza, per evitare che gli utenti e tutti i lavoratori che quotidianamente operano sulla rete autostradale mettessero a repentaglio le loro vite. La costituzione di parte civile è un segnale molto forte della presenza e dell’impegno costante del nostro sindacato per la tutela della incolumità pubblica e dei lavoratori. Confidiamo che la magistratura individui e punisca i responsabili della strage del 14 agosto 2018".