Tags:

ponte san giorgio

Premiato a Rotterdam il robot "genovese" che monitora Ponte San Giorgio

di Redazione

Progettato dal team coordinato da Ferdinando Cannella dell'Istituto Italiano di Tecnologia, è in grado di registrare qualunque anomalia

Premiato a Rotterdam il robot "genovese" che monitora Ponte San Giorgio

Pestigioso premio per il sistema robotico per il monitoraggio e la manutenzione del Ponte San Giorgio di Genova in occasione del Robotics Forum ERF di Rotterdam. Secondo posto negli dell'European Robotics Technology Transfer Award 2022, il più prestigioso riconoscimento in ambito di tecnologia e technology transfer europeo. Il robot era progettato dal team coordinato da Ferdinando Cannella dell'Istituto Italiano di Tecnologia, in collaborazione con SDA Engineering, Ubisive e Università Politecnica delle Marche e realizzato da Camozzi Group in risposta ad esigenze emerse in seguito al crollo del Ponte Morandi dell'agosto 2018.

"Questo premio dimostra che l'enorme sforzo fatto per ricercare prima ed applicare poi, una rivoluzionaria quanto necessaria soluzione robotica laddove tantissimi avevano osato, è stato riconosciuto sia a livello nazionale e ancora più internazionale. - ha dichiarato Ferdinando Cannella, Coordinatore dell'Industrial Robotics Facility di IIT - Spero che questo ulteriore traguardo raggiunto possa essere uno sprone a proseguire congiuntamente ai nostri partner nel perfezionamento di questa soluzione per renderla applicabile ad un numero di infrastrutture sempre maggiore".

In particolare, il sistema robotico che si è guadagnato la seconda posizione consiste nei 4 robot installati ai lati del Ponte San Giorgio: due che si occupano della ispezione della superficie inferiore dell'impalcato e della relative elaborazione dei dati per la determinazione di eventuali anomalie (Robot-Inspection) e due che puliscono le barriere antivento ed i pannelli solari (Robot-Wash).