Ponte Genova San Giorgio, la 'radura della memoria' sarà pronta per il 14 agosto

di Redazione

Si lavora a pieno ritmo per completare l'allestimento per il secondo anniversario della tragedia del ponte Morandi

I lavori sul ponte Genova San Giorgio sono terminati, ma sotto la struttura gli operai non si fermano. La struttura commissariale ha confermato che l’area di cantiere sarà liberata entro novembre, poi si inizierà a pensare al resto. Dopo la costruzione del nuovo viadotto, l'altro grande progetto che riguarda la Valpolcevera è il cosiddetto 'parco sotto il ponte', un'area progettata dall'architetto Stefano Boeri vincitore del concorso di idee indetto dalla struttura commissariale. Una grande area verde, sovrastata dal famoso "cerchio rosso".

Il passo imminente, però, sarà quello dell'inaugurazione della Radura della Memoria. In via Fillak, sotto il nuovo ponte Genova San Giorgio, si lavora a pieno ritmo per completare l'allestimento che sarà inaugurato il 14 agosto in occasione della cerimonia che ricorderà le 43 vittime del crollo di ponte Morandi. Un modo per celebrare il secondo anniversario della tragedia e rendere omaggio alle vittime. Un progetto che servirà anche per non dimenticare i 43 morti di un dramma senza precedenti.