La Spezia, il porto a confronto sulle sfide della logistica

di Redazione

In uno scenario globale in cambiamento, Confindustria e le associazioni degli Spedizionieri, degli Agenti marittimi e dei Doganalisti lanciano un convegno

La Spezia, il porto a confronto sulle sfide della logistica

Confindustria La Spezia in collaborazione con le Associazioni degli Spedizionieri, degli Agenti marittimi e dei Doganalisti del Porto della Spezia, ha organizzato per il prossimo venerdì 27 maggio nella location della stazione crocieristica un convegno sul tema della portualità e della logistica.

I motivi che hanno indotto a promuovere il convegno nascono dalla necessità che dalla Spezia, si faccia una riflessione sui gravi cambiamenti in atto, perché La Spezia, che è un porto nazionale non solo importante ma anche da decenni all’avanguardia, è chiamata ad esprimere il suo punto di vista.
Ma è chiamata soprattutto a proporre soluzioni perché la portualità e la logistica siano, come sempre, all’altezza delle sfide del mondo che cambia, tema al quale è stata dedicata la recente assemblea nazionale di Fedespedi a Venezia conclusa con il richiamo a tutti gli operatori di “guardare insieme allo scenario internazionale per costruire una risposta alle sfide sociali, economiche, ambientali che abbiamo di fronte”.
Con la consapevolezza condivisa dunque dell’assunzione di responsabilità e che non si può prescindere da situazioni accadute in altri contesti, economici, sociali e geografici, se si vuole capire la vera natura dei cambiamenti che ci coinvolgono.

La giornata ha per questi motivi l'obiettivo di approfondire un possibile scenario futuro nel contesto post pandemico e alla luce del conflitto in corso in Ucraina che già oggi ha compromesso buona parte delle relazioni economiche ed internazionali. Sarà l’occasione per analizzare il cambio in corso del processo di globalizzazione che ha caratterizzato da decenni le economie mondiali e per comprendere come potranno essere condizionate le catene di approvvigionamento e quindi anche gli scambi commerciali.

Il titolo scelto per il convegno “La Spezia e il suo Porto - Protagonisti nello scenario globale del Terzo Millennio" vuole essere la chiamata alla sfida di tutta la nostra comunità, consapevoli che la convivenza fra i porti è le città è cruciale per la prospettiva futura che i porti debbono affrontare per individuare la loro identità e la loro potenzialità nel contribuire allo sviluppo nazionale e dei territori.
La descrizione del contesto globale su cui verte il convegno è affidata al professor Paolo Magri Vice Presidente Esecutivo dell’ISPI - Istituto per gli Studi di Politica Internazionale - e docente di Relazioni Internazionali all’Università Bocconi.