L'annuncio di Toti: "Da lunedì le scuole superiori tornano in dad"

di Marco Innocenti

"Da troppe settimane la fascia d'età 13-19 anni vede crescere i contagi: misura per proteggere proprio le famiglie"

L'annuncio di Toti: "Da lunedì le scuole superiori tornano in dad"

"Abbiamo deciso di prendere ulteriori provvedimenti - spiega il governatore Giovanni Toti - anche alla luce dei risultati positivi che stanno dando le ordinanze emesse sul ponente ligure che per la prima volta oggi dà un segno di inversione di tendenza. Importante perché con un po' di orgoglio per il lavoro fatto dalle nostre aziende, credo che Regione Liguria da oggi possa essere soddisfatta di come sta affrontando questa terza ondata. Le misure prese fanno sì che siamo l'unica regione gialla senza alcuna zona rossa, con occupazione dei letti in calo negli ospedali".

Il presidente Toti ha poi commentato il grafico (che riportiamo qui sopra) sull'incidenza ogni 10mila abitanti nelle varie fasce d'età: "Si possono vedere due linee di assoluta tendenza inversa. Da un lato la linea rossa cioé quella degli ultra 80enni che stiamo vaccinando. L'incidenza sta calando nonostante il virus sia tornato a circolare, segno che i vaccini funzionano e stanno abbassando molto il rischio di ammalarsi. C'è poi la linea blu scura, la popolazione fra i 13 e i 19 anni, cioé gli studenti delle scuole superiori. Come vedete qui c'è quasi un punto di scarto con tutte le altre fasce d'età. Quella linea sta crescendo da molte settimane ed è la ragione per cui abbiamo deciso di estendere la dad alle sole scuole superiori, portandola al 100% delle lezioni che finora erano al 50%. Questo non comprterà particolari disagi però le scuole sono già attrezzate per la dad, si tratta di ragazzi più grandi e autosufficienzi ma riteniamo sia una protezione importante proprio per le famiglie".

Il presidente Toti è poi tornato sull'andamento della campagna vaccinale: "I numeri ci dicono che non abbiamo fatto dormire i vaccini nei frigoriferi come qualcuno vorrebbe sostenere. La percentuale della popolazione ligure vaccinata rispetto alla popolazione residente sul nostro territorio è del 5,91%", rispetto alla media delle regioni italiane dove la popolazione vaccinata sul totale dei residenti è del 6,27%, ha sottolineato Toti. "I cittadini che hanno ricevuto una seconda dose facendo sempre base sulla popolazione residente nel Paese è del 2,64%, mentre in Liguria è del 2,78%".