Il programma della Rolli Data Digital Week è ufficiale tra storia, musica e vessilli del gusto

di Giulia Cassini

Il primo video online e l'invito alla bellezza e all'identità di Genova dell'assessore Barbara Grosso

Con maggio è ufficiale il programma completo della Rolli Days Digital Week, la settimana dal 16 al 23 magggio interamente dedicata ai Palazzi scrigni di assoluti capolavori, quale vera matrice identitaria della città. Solo nel primo giorno sono tantissimi gli appuntamenti virtuali.

Si parte infatti il 16 maggio alle 11:00 con Palazzo Interiano Pallavicino, uno dei più importanti esempi di architettura e decorazione del secondo Cinquecento con gli affreschi a tema biblico della “ditta” dei Calvi, le sculture lignee di Anton Maria Maragliano, e quelle marmoree dell’Ottocento. Alle 14:30 è il turno di Palazzo Pantaleo Spinola (Gambaro) coi noti affreschi di Domenico Piola che trasportano lo spettatore nel racconto mitologico della chiusura del Tempio di Giano. Alle 16 è il turno di Palazzo Angelo Giovanni Spinola con le immagini delle immortali imprese di Alessandro Magno, Giulio Cesare e Ottaviano Augusto, quindi alle 17 Palazzo Tobia Pallavicino caratterizzato dagli sforzi congiunti del pittore Lorenzo de Ferrari e dell’intagliatore Diego Francesco Carlone, nel moltiplicare in decine di specchi gli eroici trascorsi d’Enea e dei Troiani in fuga dall’Anatolia. Alle 18 Palazzo Stefano Squarciafico con la sua testimonianza della Genua Picta raccontata dalle fonti. Alle 19  Palazzo Ridolfo Maria e Gio Francesco I Brignole Sale (Rosso) unico palazzo tutelato dall’UNESCO che non fece mai parte delle liste dei Rolli, racconta storie uniche e affascinanti, attraverso i suoi affreschi. Segue alle 20:30 l’appuntamento del gusto le ricette dei Rolli dello Chef Losio – Genova Gourmet con “Il principe a tavola: Capponmagro Imperiale”, grande vessillo della tradizione gastronomica ligure, poi alle 21:30 il Viaggio a Genova fra mare e Rolli con le parole degli artisti che hanno vissuto la città di Genova nei monologhi e note di Igor Chierici, affermato tanto genovese.  (Per il calendario completo cliccare qui) Una visione allargata dunque con tanti inediti, con percorsi tematici ampliati, con divulgatori giovani e competenti. Un lavoro che ha impegnato l'amministrazione e gli esperti giorno e notte nella preparazione in tempi record.

Molti sono i partner che stanno supportando il Comune di Genova nella realizzazione di
questo evento così innovativo. "In questo periodo di emergenza sanitaria -spiega l'assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso- è di fondamentale importanza il ruolo della cultura come collante che ci unisce nella nostra identità. Per questo, è ancora più grande il ringraziamento che voglio rivolgere a tutti glisponsor, per il loro sostegno alla Rolli Days Digital Week, che porterà arte e cultura nelle case dei genovesi, degli italiani e dei cittadini di tutto il mondo. Parte di questo contributo serve anche a coinvolgere e a formare giovani professionisti che arrivano dalla nostra
Università e che, in questa occasione, sono i veri ambasciatori della cultura di Genova".

 Un particolare approfondimento sarà poi dedicato ai tanti enti culturali attivi sul territorio,
dal Palazzo Reale, con la bella opera di Lorenzo De Ferrari in mostra, ai capolavori della Galleria di Palazzo Spinola, alle tele blu del Boschetto (proprietà MiBACT) esposte al Museo Diocesano. Collezioni, opere, eventi in grado di tessere un rapporto forte col territorio così come alcune raccolte cittadine che parteciperanno a questa assemblea: una su tutte quella di Banca Carige che, come spiega Giacomo Montanari, direttore scientifico della Rolli Days Digital Week "conserva alcune opere straordinarie che hanno la forza di raccontare alcuni momenti, senza pari, in cui la città di Genova fu protagonista, non solo finanziaria, ma anche artistica, del panorama europeo. Il loro racconto, in questo percorso digitale sul patrimonio dei Palazzi dei Rolli che stiamo proponendo, è un importante tassello di confronto: non dimentichiamo, infatti, che molte di queste opere stavano appese, in antico, proprio dei salotti di quelle dimore". La lunga lista di siti aperti si è arricchita di un’inedita presenza come quella di palazzo Sinibaldo Fieschi, e non si esclude che altre straordinarie occasioni possano in questi giorni essere rivelate al pubblico.
 
Sono sponsor istituzionali del Comune di Genova
Gruppo Iren
Esselunga
main sponsor
Banca Carige
sponsor 
Gruppo Metinvest
supporter 
Gruppo Spinelli
Finsea
Radio Monte Carlo è media partner della città di Genova