Il Processo Morandi può riprendere, la Cassazione ha deciso: no alla ricusazione del giudice

di Marco Innocenti

La Corte respinge il ricorso di 8 dei 59 imputati: il giudice Paola Faggioni resta al suo posto. Venerdì 28 gennaio la prossima udienza

Il Processo Morandi può riprendere, la Cassazione ha deciso: no alla ricusazione del giudice

La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso di 8 imputati per il crollo di Ponte Morandi, che chiedevano la ricusazione del giudice per le indagini preliminari Paola Faggioni. Fra gli otto indagati, anche l'ex amministratore delegato di Autostrade per l'Italia Giovanni Castellucci. Al vaglio degli Ermellini, la decisione della Corte d'Appello che a novembre aveva bocciato la prima domanda di ricusazione: Faggioni, secondo gli imputati, non avrebbe potuto essere equanime nella sua decisione sul rinvio a giudizio o meno, dato che nel 2020 aveva firmato l'ordinanza di custodia cautelare nell'ambito di una delle inchieste parallele rispetto alla cosiddetta indagine madre. 

Adesso quindi l'iter potrà ripartire senza altre interruzioni, a cominciare da venerdì 28 gennaio, giorno al quale era stata rinviata l'udienza prevista per questa settimana presso il tribunale di Genova.