Giorno del Ricordo, Bucci: "Per molti perseguitati, Genova fu opportunità di riscossa"

di Marco Innocenti

"Tanti esodati, in quel tempo, arrivarono nella nostra città: ricordiamo le mille difficoltà che ognuno di loro ha dovuto affrontare"

Giorno del Ricordo, Bucci: "Per molti perseguitati, Genova fu opportunità di riscossa"

Anche il sindaco di Genova Marco Bucci ha voluto celebrare, con una nota, il Giorno del Ricordo, dedicato alla tragedia delle foibe, ricordando il ruolo decisivo recitato dalla città di Genova nell'accogliere quanti erano costretti ad abbandonare le loro terre, per sfuggire alle persecuzioni titine. "Oggi l'Italia celebra il Giorno del ricordo per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe; dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra. Genova dedica questa giornata a quanti esodati, in quel tempo, sono arrivati nella nostra città. Ricordiamo le mille difficoltà che ognuno di loro ha dovuto affrontare nel ricostruire lontano da casa una nuova vita. La nostra città ha rappresentato per molti di loro una nuova opportunità, una riscossa al sacrificio e alla sofferenza patiti".