Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, Pietra Ligure ricorda Janira con una panchina rossa restaurata

di Redazione

Nel 2017 il femminicidio della 21enne per mano dell'ex fidanzato, la comunità: "L'amore non si tocca"

Anche Pietra Ligure partecipa alla giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, con un'iniziativa promossa dall'amministrazione comunale: questa mattina, in piazza La Pietra, è stata riposizionata dopo il restauro la panchina rossa in ricordo di Janira D'Amato, la 21enne vittima di femminicidio che nel 2017 perse la vita per mano dell'ex fidanzato.

Gli studenti delle scuole primarie e secondarie del comune ligure hanno letto davanti ad una folla commossa, alcun brani sul tema della violenza, dell'odio ma anche del rispetto.

All'evento hanno partecipato il sindaco Luigi De Vincenzi, l'assessore alle Politiche Sociali Marisa Pastorino e i genitori di Janira.

"Quella odierna è una giornata importante che segue una grossa manifestazione che è stata fatta dalla Polizia di Stato qua a Pietra Ligure per ricordare il problema del femminicidio - ha dichiarato il sindaco - questo è un paese che purtroppo del femminicidio ha un ricordo ben vivo, oggi vogliamo ricordare Janira con tutti coloro che hanno un ricordo di lei: qui abbiamo la panchina rossa che è stata appena restaurata e per questo ringrazio chi l'ha fatto, ma soprattutto ringrazio chi non perde occasione per dimostrarci che Janira non è stata dimenticata".

"La prevenzione parte proprio dai bambini e dai ragazzi - ha aggiunto l'assessore Marisa Pastorino - noi nell'ambito del patto di comunità, che abbiamo siglato con l'Istituto comprensivo, come Comune ci siamo dati anche questo impegno, quello di affrontare tematiche difficili come quella della violenza sulle donne. La giornata di oggi testimonia la volontà di partire fin dai bambini più piccoli per educare alla gentilezza, insegnare che la violenza non è mai la risposta"

"Vedere la partecipazione delle scuole e dei ragazzi è stato veramente commovente - ha detto Rossano D'Amato - grazie a chi sensibilizza i ragazzi, il punto di partenza per insegnare certi valori. Grazie all'amministrazione e alla scuola alberghiera che sono sempre molto sensibili e portano avanti questo ricordo non tanto per Janira o per noi, quanto come messaggio per il futuro"

 

 

di Filippo Serio