Genova, pusher minorenne ingoia 20 ovuli di cocaina, crack ed eroina

di Marco Innocenti

Il ragazzo è stato arrestato nella zona della Commenda di Prè. Portato in ospedale per la tac, si è anche scoperto che era positivo al covid

Genova, pusher minorenne ingoia 20 ovuli di cocaina, crack ed eroina

Ha ingoiato 20 ovuli di cocaina, crack ed eroina per non farsi scoprire. Il pusher minorenne, di origine senegalese, è stato arrestato dalla polizia locale. Si tratta del secondo caso in pochi giorni. A dicembre era stato fermato un altro minorenne, in via Prè, che aveva ingoiato ovuli per non farsi scoprire dagli agenti.

Il ragazzino è stato notato dagli agenti della municipale seduto alla Commenda, nel centro storico di Genova. Quando il pusher li ha visti, ha provato a scappare. Gli agenti lo hanno raggiunto e hanno notato che ingoiava qualcosa. D'accordo con il magistrato del tribunale per i minorenni, i vigili lo hanno portato in ospedale dove è stato sottoposto a tac, nonostante il suo rifiuto, ed è stato scoperto che aveva ingoiato i 20 ovuli. Dai controlli è anche risultato positivo al covid, per questo è rimasto piantonato nel reparto dell'ospedale. Dopo l'ultima tac di controllo è stato trasferito nel centro di prima accoglienza a Genova.