Genova, Italia Viva punge Dello Strologo: "La sua coalizione incapace di risposte adeguate alla città"

di Edoardo Cozza

I coordinatori cittadini Irene Tesini ed Eugenio Musso rispondono al candidato sindaco di centrosinistra: "Noi siamo e restiamo liberal-riformisti"

Genova, Italia Viva punge Dello Strologo: "La sua coalizione incapace di risposte adeguate alla città"

Dopo l'annuncio ufficiale dell'appoggio di Italia Viva alla coalizione che sostiene Marco Bucci, sindaco uscente ed espressione del centrodestra, era arrivata la presa di posizione di Ariel Dello Strologo, candidato delle forze progressiste che ha parlato di "decisione incomprensibile". A stretto giro di posta arriva la replica dei coordinatori genovesi del partito di Matteo Renzi: "Abbiamo letto con stupore  le dichiarazioni del candidato sindaco Ariel Dello Strologo, per la scelta operata da Italia Viva di sostenere il sindaco uscente Marco Bucci - scrivono Irene Tesini ed Eugenio Musso - e infatti dovrebbe chiedersi il perché lui non sia stato capace di costruire una coalizione riformista per il bene della città di Genova, ma si è lasciato ingabbiare in una coalizione incapace di garantire risposte adeguate alla città".

"Noi ci abbiamo provato a costruire un modello riformista capace di guardare allo sviluppo economico e all'innovazione, uscendo dall'isolamento infrastrutturale di cui soffre da lungo tempo Genova e la Liguria. La risposta è stata evasiva e tentennante - spiegano ancora i due rappresentanti di Italia Viva - dato che la compagine che compone il suo schieramento è più attenta al non fare e all'immobilismo. Non ci siamo ritirati dalla gara politica come dice Dello Strologo. Lo abbiamo detto chiaramente che la nostra è l'adesione  convinta ad un progetto civico-amministrativo, una scelta d'amore per la nostra città, non un accordo politico". 

"Sul fatto che vi siano state, a dire di Dello Strologo, divergenze all'interno di Italia Viva - precisano Musso e Tesini - non ci nascondiamo che sia stata una scelta difficile, non condivisa unanimemente,  è alquanto naturale, quando si fa parte di una comunità  libera e democratica, che discute e si confronta, ma  alla fine fa le proprie scelte assumendosi la responsabilità in virtù dell'interesse e il bene di Genova, profondendo ogni energia per renderla migliore. Dello Strologo si interroghi e si preoccupi piuttosto della litigiosità della sua variegata  e larga compagine ove non si può tenere insieme tutto e il suo contrario".
 
"In ultimo desideriamo ribadire con forza e tranquillizzare il candidato sindaco della sinistra massimalista e del M5s, che ha dichiarato che noi aderiamo e ci schieriamo politicamente con 'la destra estrema di Fratelli d'Italia e della Lega': noi siamo e resteremo liberal-riformisti, fortemente ancorati ai valori dell'antifascismo e della resistenza. Contrari ed equidistanti da ogni forma di populismo e sovranismo".