Condividi:


Genova, corteo dei "No Green Pass" in via San Lorenzo: "Si sta parlando di libertà"

di Alessandro Bacci

L'organizzatore: "Non siamo no-vax ma considerare questo come un vaccino al 100% mi fa un po' ridere non ha neanche le caratteristiche di un vaccino"

Nuova manifestazione da parte dei "no green pass" a Genova. Poco più di un centinaio di persone si sono ritrovate in Piazza della Raibetta per un corteo pacifico diretto in piazza Matteotti. Gli organizzatori hanno sottolineato il proprio disappunto nei confronti del green pass e delle imposizioni del governo. "È inammissibile la scelta del governo di imporre un green pass che mina la libertà dei cittadini -  afferma il Coordinatore Regionale di Italexit Liguria Montorro Fabio - Non siamo qui per protestare contro il vaccino, non siamo no vax, siamo per la scienza e la medicina ma credo che sia giusto in quetso momento storico visto che il vaccino è stato fatto in fretta e furia e che uno possa essere libero di vaccinarsi senza subire discriminazioni. Ci auguriamo un passo indietro del governo, prepareremo un ricorso al tar, abbiamo iniziato una raccolta firme. Si sta parlando di libertà, la gente non vuole essere obbligata a vaccinarsi."

Ma cosa ne pensa del vaccino? "Io sono favorevole ai vaccini ma considerare questo come un vaccino al 100% mi fa un po' ridere, non ha neanche le caratteristiche di un vaccino. Se magari tra due o tre anni questo vaccino funzionerà allora a quel punto non avremmo nessun problema. I dati sulle ospedalizzazioni in miglioramento? C'è anche da considerare che in estate il virus perde potenza, anche Israele o il Regno Unito mostrano molti problemi. È evuidente che questo vaccino non ci tutela come vogliono farci credere."

Una volta raggiunta piazza Matteotti i manifestanti, composti, ma quasi tutti senza mascherina, hanno composto delle file per raggiungere i due banchetti allestiti, alla sinistra e alla destra della scalinata dell'ingresso di Palazzo Ducale per firmare la petizione contro il lasciapassare verde