Genova, approvata la variante di Vesima dopo lunghe discussioni in consiglio comunale

di Edoardo Cozza

Dopo una seduta con bagarre tra maggioranza e opposizione arriva il via libera. Dalla giunta si sottolinea la trasformazione importante per l'area

Genova, approvata la variante di Vesima dopo lunghe discussioni in consiglio comunale

È stata approvata durante il Consiglio comunale, al termine di una lunga seduta con bagarre e polemiche tra maggioranza e opposizione, la variante al PUC che consentirà  l’edificazione a Vesima di nuove costruzioni residenziali in terreni sino ad oggi destinati ad uso agricolo. La variante era stata contestata da comitati cittadini che denunciavano l’ennesima speculazione edilizia a danno del territorio del ponente genovese. 

L'assessore all'urbanistica Simonetta Cenci ha spiegato le motivazioni per cui la variante sarà importante per l'area: "Si tratta di valorizzare di una collina che in questo momento è un insieme di edifici storici da ripristinare, con problematiche idrogeologiche e un’area che non ha la giusta accessibilità idrica e di supporto tecnologico. È un’area che paesaggisticamente necessita di una valorizzazione, necessita sicuramente di una manutenzione che fino ad ora non è stata fatta o perlomeno sono quarant’anni che nessuno fa nulla. Sarà un’area che subirà una trasformazione piuttosto importante quindi bisogna fare in modo che quest’area venga valorizzata. C’è stato proposto di valorizzare ciò che esiste già sull’area, quindi circa 6000 m² di costruito, circa altri 2000 m² di edifici diruti e poi c’è stato chiesto di poter costruire 0,01 m² sulla sul lotto, un lotto di 65 ettari nel quale si potranno andare a costruire 6500 m² di nuova edificazione residenziale".