Genova, 34 vetture abbandonate rimosse in Val Bisagno dalla Polizia Locale

di Redazione

L'assessore Giorgio Viale: "E' una priorità, per combattere il degrado e prevenire possibili cause di inquinamento ambientale"

Genova, 34 vetture abbandonate rimosse in Val Bisagno dalla Polizia Locale

Proseguono gli interventi di rimozione di veicoli in stato di abbandono del personale del Nucleo Ambiente Relitti della Polizia Locale di Genova sul territorio cittadino.

Dopo quelle della scorsa settimana nella zona del Cep di Prà, che hanno visto rimuovere circa 40 mezzi tra autovetture e motocicli, tra ieri e oggi le operazioni hanno interessato la Val Bisagno. A coadiuvarle, gli operatori dell'Unità Territoriale Val Bisagno della Polizia locale.

"La rimozione dei veicoli abbandonati è una delle priorità che ci siamo prefissati per contrastare non solo il degrado urbano, ma anche le possibili cause di rischio di inquinamento ambientale - sottolinea Giorgio Viale, assessore alla Polizia Locale - Gli interventi proseguiranno in base alla 'mappatura' redatta dalla PL e alle segnalazioni provenienti dalla cittadinanza".

I mezzi rimossi sono in tutto 34. Di questi, 7 si trovavano nelle zone di Molassana e Struppa:  un'automobile e 6 motoveicoli. Gli interventi si sono poi spostati nella bassa Val Bisagno, nell'area di Marassi. Qui, le auto abbandonate portate via sono 9, e ben 18 i motoveicoli. Alla rimozione dei cosiddetti "relitti" (ossia i mezzi in stato di abbandono mai reclamati dai legittimi proprietari), si è aggiunto l'allestimento dell'area di cantiere per lo smantellamento di un impianto di distribuzione carburante in via Piacenza, dismesso da decenni e oggetto di molteplici segnalazioni.