Condividi:


Covid, Bassetti: "Plasma iperimmune? La scienza dimostra che è come non usare nulla"

di Redazione

L'infettivologo: "Tra i pazienti trattati con plasma e quelli trattati con placebo non c'è alcuna differenza nella mortalità"

Secondo lo studio inglese Recovery condotta su oltre 10 mila pazienti l'utilizzo del plasma iperimmune non riduce la mortalità rispetto al placebo di soggetti affetti da covid 19. Lo evidenzia l'infettivologo genovese Matteo Bassetti. "E' il più grande studio al momento fatto sul plasma iperimmune, dimostra che tra i pazienti trattati con il plasma iperimmune e quelli trattati con il placebo non c'è alcuna differenza nella mortalità. Nei confronti del covid 19 serve un atteggiamento rigorosamente scientifico, basato sull'evidenza. - commenta -. L'evidenza degli studi clinici al momento è che il plasma iper immune non cambia la prognosi dei pazienti con forma grave".