Corniglia, rubano in un appartamento e in un ristorante: uno fugge, l'altro rischia il linciaggio

di Edoardo Cozza

Un ladro è riuscito a far perdere le proprie tracce, l'altro è stato preso dai carabinieri che lo hanno 'salvato' da alcuni cittadini furibondi

Corniglia, rubano in un appartamento e in un ristorante: uno fugge, l'altro rischia il linciaggio

Due uomini che si erano introdotti in un appartamento di Corniglia per rubare, messi in fuga dai padroni di casa, si sono sbarazzati della refurtiva e sono scappati. Mentre i carabinieri si recavano sul posto hanno pensato bene di sfondare la porta di un ristorante e appropriarsi del fondo cassa. Poi sono scappati a piedi ma sono stati intercettati dai carabinieri che li hanno inseguiti.

Uno si è infilato nel tunnel della ferrovia, tanto che i militari hanno chiamato il Compartimento delle Ferrovie per far bloccare i convogli. Di lui si sono perse le tracce, mentre l'altro ha cercato rifugio tra le case ma è stato trovato e arrestato. L'uomo è stato subito messo in sicurezza sulle gazzelle dei Carabinieri per sottrarlo all'ira dei residenti. I militari, infatti, oltre a bloccare l'uomo, hanno dovuto riportare alla calma alcuni abitanti i cui animi erano particolarmente accesi.

Nel corso della perquisizione, è stata recuperata la refurtiva, circa 1.300 euro in contanti, che l'uomo si era nascosti addosso. Condotto in caserma alla Spezia, è stato identificato grazie alle impronte: si tratta di un 41enne albanese, già noto per reati specifici e già espulso dal territorio nazionale. È stato quindi dichiarato in arresto per furto aggravato. Ad aggravare la sua posizione, dal terminale è emerso che a suo carico risultava da eseguire un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Pistoia per una condanna a 4 anni e due mesi di reclusione per furti commessi nel 2010 a Montecatini Terme e Monsummano (Pistoia).