Bassetti di nuovo aggredito verbalmente dai no vax: "Vattene da Genova"

di Redazione

L'episodio, rivelato dall'infettivologo su Facebook, è avvenuto in un bar di via Venti Settembre mentre era in compagnia della moglie. La solidarietà di Toti, Rixi e Paita

Bassetti di nuovo aggredito verbalmente dai no vax: "Vattene da Genova"

 Il professor Matteo Bassetti, infettivologo dell'ospedale San Martino di Genova, è stato aggredito verbalmente da alcuni no vax mentre stava prendendo un aperitivo con la moglie a un tavolo di un locale della centralissima via XX Settembre a Genova. E' accaduto venerdì sera. A denunciare l'episodio è lo stesso infettivologo sulla sua pagina facebook . "Bassetti vattene da Genova", gli hanno gridato.

"Un attacco vile, gratuito, in una contesto di vita privata in cui, l'unica mia colpa, era quella di godermi il venerdì sera nel centro cittadino. Questi personaggi, con un attacco simile, dimostrano per l'ennesima volta quanto poco gli importi del vaccino, della salute, del benessere sociale, in quanto il loro scopo è solo quello di fomentare odio nei miei confronti e di tutti i sanitari. Ciò che mi rammarica di più è che, nel corso di questi due anni in cui vengo spesso brutalmente attaccato, una parte anche della politica cittadina non abbia mai speso una parola di solidarietà. Meditiamo. Personalmente, continuerò a lottare per quei valori di libertà, anche di espressione, che mi hanno sempre animato. Avanti a testa altissima", scrive Bassetti.

Sull'atteggiamento ostile verso il professore è in corso una indagine da parte della procura di Genova: già 36 gli indagati per stalking di gruppo e minacce. Bassetti è arrivato a ricevere anche fino a 50 telefonate in una notte da parte di molestatori anti vaccino e ad essere aggredito verbalmente per strada più volte. A causa di questi episodi la prefettura ha disposto per la sua sicurezza una sorveglianza.

Il presidente della Regione Giovanni Toti ha subito manifestato con una note la sua solidarietà al medico. "All'ignoranza e alla stupidità non c'è mai fine. Solidarietà al professor Bassetti insultato mentre era in centro città in un momento privato con la sua famiglia. Intimidazioni inaccettabili sempre e ancora di più se rivolte a chi da due anni lavora in prima linea per far vincere la scienza contro il virus. Forza Matteo, avanti a testa alta!"

Il segretario della Lega in Liguria Edoardo Rixi, da parte sua, ha espresso "solidarietà al professor Bassetti e alla sua famiglia per le gravi offese ricevute insieme alla moglie in un momento privato. Auspico che i responsabili paghino questo atto di vigliaccheria quanto prima".

"Episodio grave e insieme inconcepibile". Lo dichiara Raffaella Paita, deputata di Italia Viva. "Sono gravi perché rivelano come il fenomeno dell'intolleranza e dell'aggressività No Vax sia ormai così pervasivo da negare al personale sanitario la tranquillità nella vita privata. Inconcepibile, perché chi come Bassetti è stato decisivo nella battaglia contro il Covid dovrebbe essere solo ringraziato e non certo insultato. Chiediamo per questo agli inquirenti di individuare quanto prima i responsabili di questa sgradevolissima pagina. A Bassetti e alla moglie va tutta la nostra solidarietà".