Bando di Asef per 4 assunzioni, 450 candidature a Genova

di Redazione

Disponibile sul sito anche un nuovo bando per due posizioni da addetto alla rete vendita

Bando di Asef per 4 assunzioni, 450 candidature a Genova

Sono poco meno di 450 le persone che si sono candidate per i quattro posti a disposizione di operatore funebre per A.Se.F., l’azienda di onoranze funebri del Comune di Genova. E, ieri, la stessa società partecipata ha pubblicato il bando di selezione ad evidenza pubblica per due posizioni da addetto alla rete vendita. Il nuovo bando è a disposizione sul sito di A.Se.F., nella sezione bandi, sottosezione concorsi, nonché nella sezione del sito del Comune di Genova riservata alle aziende partecipate. Entra dunque nel vivo la stagione di reclutamento personale dell’azienda genovese specializzata in trasporti e onoranze funebri che condurrà all’assunzione, al termine delle selezioni, di sei nuovi dipendenti e alla costituzione di due graduatorie da cui l’azienda potrà attingere per tre anni. 


OPERATORI FUNEBRI

Per quanto concerne il concorso per operatore funebre, il 13 gennaio prossimo sarà pubblicato sul sito internet aziendale il calendario delle prove. La prima di queste è una preselezione affidata ad una ditta specializzata in selezione di personale tesa a portare il numero degli iscritti ad un massimo di 120. Si tratta di una prova attitudinale che avverrà attraverso la somministrazione di test scritti. Questa prima fase preselettiva si terrà entro il mese di gennaio. Successivamente sarà pubblicato, sempre sul sito di A.Se.F., il calendario delle prove seguenti: una prova tecnico pratica; una simulazione di riunione (“problem solving”); una prova di guida; un colloquio individuale. Le caratteristiche delle prove, nei dettagli, sono specificate nel bando. 


ADDETTI ALLA RETE COMMERCIALE

Come detto, è stato pubblicato ieri il bando per l’assunzione di due addetti alla rete territoriale. A.Se.F. si avvale infatti di una serie di punti di contatto con i cittadini dislocati su tutto il territorio cittadino. Agli addetti alla rete si richiede la gestione dei punti di contatto, il contatto con le famiglie dei defunti, il confezionamento dei servizi funebri, il coordinamento con i fornitori, il disbrigo delle pratiche inerenti trasporto e servizio funebre nonché l’assistenza dei famigliari in ambito cimiteriale. Il lavoro è organizzato in turni che garantiscano l’apertura dei punti di contatto sette giorni su sette. Inoltre è prevista la reperibilità. Le posizioni offerte sono a tempo pieno e prevendono un periodo di prova, con la possibilità di stabilizzazione a tempo indeterminato. E’ possibile iscriversi al concorso solo attraverso il modulo scaricabile sul sito di A.Se.F. Le iscrizioni sono aperte fino al 31 gennaio, alle 12. 


“Attraverso il concorso per addetti alla rete, intendiamo potenziare il settore aziendale specializzato nel contatto con i dolenti e la confezione dei servizi funebri - spiega Franco Rossetti, amministratore unico di A.Se.F. Srl - Cerchiamo persone che sappiano coniugare una forte motivazione professionale alla sensibilità che il settore delle onoranze funebri richiede per ricoprire un ruolo strategico a livello aziendale. Per questo il concorso prevede diverse fasi, tese a ridurre il numero di candidati che saranno ammessi ai colloqui finali”. 
Se le domande saranno più di cento, è prevista una preselezione. Successivamente, sono previste altre tre fasi: una simulazione di riunione (“problem solving”) la cui valutazione è affidata ad una ditta specializzata esterna; un primo colloquio di approfondimento, anche in questo caso affidato a personale esterno; un colloquio finale con la commissione interna aziendale. 

Il bando resterà aperto fino alle 12 del 31 gennaio prossimo. Il calendario delle prove sarà pubblicato sul sito aziendale il 14 febbraio 2020.