Arriva Youpol, la app contro i reati di bullismo, spaccio e di violenza fra le mura domestiche

di Marco Innocenti

Ne abbiamo parlato con Anna Leuci, dirigente dell'ufficio volanti di Genova

Si chiama Youpol ed è una app del tutto gratuita, già disponibile per il download sugli store dei principali sistemi operativi, che permette di segnalare alla Polizia di Stato reati di bullismo o spaccio di droga in particolare nelle scuole ed ora anche di violenza all'interno delle mura domestiche. A presentare questa novità ai microfoni di Telenord è la dirigente dell'ufficio prevenzione generale e volanti della Questura di Genova Anna Leuci: "Youpol permette di trasmettere in tempo reale messaggi e immagini alla Polizia di Stato - ha spiegato - L'aggiornamento deriva proprio dall'esigenza di gestire situazioni nuove derivanti dall'emergenza Covid-19. Le segnalazioni inoltrate attraverso la app Youpol sono immediate, georeferenziate ed arrivano direttamente alla sala operativa della Questura competente. E' possibile anche fare segnalazioni anonime, da parte sia delle vittime ma anche di semplici testimoni".

"In queste settimane di permanenza forzata a casa - ha poi spiegato Leuci - abbiamo registrato un leggero aumento delle segnalazioni di violenza domestica, ma molto contenuto. I nostri agenti sono intervenuti su un ventina di casi di questo tipo che, per fortuna, si sono quasi sempre risolti all'arrivo delle volanti o addirittura prima ancora del loro arrivo. Solo in un caso la violenza è sfociata in un vero e proprio arresto, nel caso di un uomo che aveva picchiato la suocera. Tutte queste segnalazioni, però, sono arrivate attraverso i canali tradizionali che, ci tengo a precisarlo, restano regolarmente attivi. Youpol è sistanzialmente un canale che si va ad aggiungere a questi".