Savona, intossicato dal monossido di carbonio: i carabinieri lo soccorrono ma scoprono 100 grammi di hashish

di Marco Innocenti

I soccorritori erano intervenuti per un malfunzionamento della caldaia poi i militari hanno trovato la droga, pronta per lo smercio, e 15mila euro in contanti

Savona, intossicato dal monossido di carbonio: i carabinieri lo soccorrono ma scoprono 100 grammi di hashish

I carabinieri di Savona hanno arrestato un ragazzo di 28 anni residente a Savona per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. I militari erano stati inviati dalla Centrale Operativa presso un'abitazione di Savona, dove era stata segnalata la presenza di due persone intossicate da monossido di carbonio, a causa del malfunzionamento di una caldaia. Giunti sul posto, i carabinieri hanno trovato le due persone, che erano state appena soccorse dai vigili del fuoco e da personale sanitario ed erano in buone condizioni.

Entrati nell'abitazione i militari hanno trovato 100 grammi di hashish, già suddiviso in dosi preconfezionate, circa 15 mila euro in contanti, oltre a materiale vario per il confezionamento. Gli accertamenti hanno poi permesso di appurare che lo stupefacente, il denaro e tutto il materiale era riconducibile a uno dei due giovani soccorsi, proprietario dell'appartamento, mentre il secondo era del tutto estraneo ai fatti. Il ragazzo è stato arrestato.