Sampdoria, Tufano: "Dato il massimo. Giampaolo? Da domani lavorerà per la salvezza"

di Marco Innocenti

"C'è stato un momento della gara in cui avremmo potuto rientrare in partita ma il terzo goal ci ha tagliato le gambe. Peccato, forse poteva andare diversamente"

"Abbiamo incontrato una Juventus molto forte e in grandissima condizione. Non era la partita più semplice da disputare". La riassume così Felice Tufano, tecnico della Primavera della Sampdoria catapultato al timone della prima squadra dopo l'esonero di D'Aversa e in attesa del sì ufficiale di Giampaolo. "Abbiamo cercato di tenere botta e di metterci il massimo impegno - aggiunge Tufano dopo il ko in casa della Juventus per 4-1- Abbiamo cercato di usare questa partita anche in proiezione di domenica, peccato per il terzo gol che ci ha tagliato le gambe. Eravamo riusciti a fare il 2-1, poi il calcio è strano. Chissà come poteva finire. Il terzo goal ci ha un po' tagliato le gambe ma al di là di questo, la mia serata è stata indimenticabile. Me la sono goduta a pieno cercando di essere in campo con i ragazzi e cercando di stimolarli. Era il massimo che si potesse fare in così poco tempo. Grazie alla società e ai ragazzi per la disponibilità e professionalità dimostrata. La Juventus oggi ha dimostrato superiorità. Abbiamo fatto il massimo di quello che potevamo, avessimo avuto più coraggio e convinzione forse avremmo potuto fare qualcosa di più".

Uno sguardo poi al futuro immediato della squadra, con il prossimo arrivo (anzi, il ritorno) di Marco Giampaolo. "Non c’è da avere nessun tipo di pessimismo, anzi. Bisogna preparare al meglio la gara di domenica. Da domani torno a fare il mio lavoro. Da domani Giampaolo si butterà in tutto e per tutto sull’obiettivo salvezza. Va disputata al massimo. Non c’è da fare drammi. Ora bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare. Bisogna trovare continuità e risultati che ci sono mancati".