Io resto a casa (non) siamo soli qui: l'ultimo videoprogetto di Chiara Pasetti

di Giulia Cassini

Il successo dell'iniziativa su YouTube e sui social che vede l'adesione di Achille Lauro

La filosofia attiva, come espressione di un' epoca, come tentativo di autenticità e di ricostruzione, ma anche come sublime espressione di vicinanza è alla base del progetto "Io resto a casa". Un format originale ideato dall'intellettuale e docente di Fillosofia Chiara Pasetti dedicato ai giovani che, per esteso, ha avuto un largo successo in tutte le fasce d'età su YouTube e da lì rimbalzando su tantissime pagine Facebook.  Dal primo spicchio di marzo in poi i video si sono susseguiti  dando validi strumenti di comprensione della realtà e diversi punti di vista coinvolgendo studenti e artisti di fama.

Tornano alla mente le parole di Seneca per cui "Facere docet philosophia, non dicere" (La filosofia insegna a fare, non a parlare) e quello che più è straordinario, è che lo si fa con il vocabolario dei giovani, con il loro linguaggio, diventando profondamente intellegibile e contemporaneo. Il progetto ha visto l'entusiastica adesione, tra i tanti, del famoso cantante e artista Achille Lauro con "C'est la Vie", "Je t'aime", "Sexy Ugly" e "Zucchero" e l'impulso registico onnipresente che dà un taglio fortemente innovativo ed emozionale del regista e direttore de La Nuova Savona Mario Molinari. Il quarto video completo fresco di uscita "Io resto a casa. (Non) siamo soli qui", con la partecipazione tra gli altri di Cristina Nico e Sabrina Napoleone, senza spoilerare troppo rovinando la sorpresa, è visionabile cliccando qui