Condividi:


Nervi, manifestazione di Legambiente contro le cementificazioni dell'area

di Gregorio Spigno

"Sono interventi che hanno comportato distruzioni di situazioni consolidate e che non hanno prodotto risultati"

Nella mattinata di oggi, a Nervi, è andata in scena una manifestazione organizzata dal Circolo Nuova Ecologia di Legambiente.

Il motivo è rappresentato dall'"ennesima cementificazione e per richiedere quella piscina che era stata promessa due anni fa, di cui non c'è traccia".

Marco Fabbri, presidente del circolo Nuova Ecologia, a Telenord ha raccontato che: "Abbiamo organizzato questa manifestazione per protestare contro la distruzione di un ecosistema che aveva pregio dal punto di vista ambientale, sia per le specie vegetali che animali. Poi anche per gli interventi nell'area del porticciolo, che hanno comportato ulteriori distruzioni di situazioni consolidate. Invece che puntare a un mantenimento degli aspetti naturali, si va nel senso opposto: qui si sceglie di cementificare, con un problema ulteriore di mantenimento delle opere".

"Si punta ad ingabbiare creando questi muri di cemento, con un effetto estetico negativo, che potranno essere anche danneggiati. Il problema è questo: la parte del porticciolo ha già visto una serie di interventi, e che non hanno prodotto dei risultati. Si sta ulteriormente insabbiando la zona: sono soldi buttati al vento".