Massimo Cacciari al Convegno Internazionale dell'Associazione Italiana di Filosofia della Religione 

di Giulia Cassini

L'evento prosegue fino al 15 novembre all'Università degli Studi di Genova

Il nuovo Convegno Internazionale dell'Associazione Italiana di Filosofia della Religione (AIFR) vede come tematica principe "Concordia discors. Il dialogo interreligioso nello spazio della filosofia". Inaugurato nella serata del 13 novembre dalla lectio magistralis di Massimo Cacciari al Palazzo del Rettorato proseguirà per i due giorni successivi presso l'Aula Magna della Scuola di Scienze Umanistiche, in via Balbi 2.

Cacciari ha proposto un ampio ventaglio di problematiche e diverse tesi sul "Dialogo interreligioso nello spazio della filosofia" a partire dall'aporia, come la strada per porsi delle domande e andare avanti in ogni contesto. Diverse le disamine tecniche e i riferimenti ai grandi padri della filosofia così come a lavori più recenti in un botta e risposta con il professor Roberto Celada Ballanti e con tanti studenti dell'Università di Genova. "Sono temi che trovano larga parte dell'opinione pubblica indifferente- ha fatto notare Cacciari al termine delle riflessioni aprendosi ad un pubblico più largo possibile- spesso trincerandosi dietro allo slogan 'Basta che non mi disturbi'. Poi c'è un atteggiamento relativistico più serio oppure la ricerca di un vero dialogo dove non riduco o banalizzo il mio punto di vista, semmai per costruirlo mi confronto con te arrischiando anche la contrapposizione".

Giovedì 14 novembre la giornata di studi inizierà alle 9  all'Aula Magna del Dipartimento con Roberto Celada Ballanti (Università di Genova) per la relazione "Nello specchio dei dialoghi interreligiosi immaginari: dal "De pace fidei" di Cusano al "Colloquium Heptaplomeres di Bodin", proseguendo poi con  Gianfranco Bonola (Università di Roma III) per "Opus diaboli. La polemica contro il buddhismo durante la missione gesuita in Giappone (1549-1639)" e, dopo la pausa delle 10:45, con Hafez Haidar (Università di Pavia) per "Il Corano e i Filosofi Arabi", con  Roberto Mancini (Università di Macerata) per "La corresponsabilità per la salvezza. Per una filosofia del dialogo interreligioso".
 
Seconda parte a partire dalle 14:30 nell'Aula Magna e in altre location con l'Assemblea AIFR e poi la cena sociale. Sempre alle 9 venerdì 15 novembre si avvicenderanno Gerardo Cunico (Università di Genova) su "Il polilogo necessario", Adriano Fabris (Università di Pisa) su "Esperienza religiosa e modelli di dialogo"; dopo la pausa di metà mattina Mario Micheletti (Università di Siena) su "La questione della diversità religiosa. Aspetti etici ed epistemologici", Andrea Aguti (Università di Urbino) su "Il dialogo interreligioso e la questione della verità" con chiusura dei lavori alle ore 13. Maggiori informazioni sul sito www.unige.it