Maltempo, il CdM concede lo stato d'emergenza alla Liguria. Toti: "Fondi insufficienti"

di Redazione

Cento milioni per 12 regioni. Il governatore: "Subito un'integrazione"

 

Ok del Cdm "all'estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza, adottato con delibera del Cdm, del 14 novembre 2019, ai territori delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto, interessati dagli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nei mesi di ottobre e novembre 2019. E' stato è stato previsto un primo stanziamento di 100 milioni di euro." E' quanto si legge nella nota del Consiglio ministri.

"Abbiamo preso atto dell'informativa dal Capo Dipartimento della Protezione Civile - commenta il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti - Per ora si tratta di cifre insufficienti. Il Governo ha detto che ci saranno integrazioni, auspico che avvengano nel giro dei trenta giorni previsti per le somme urgenze. Subito dopo abbiamo parlato della programmazione dei fondi Fsc e abbiamo proposto che si utilizzi lo stesso sistema utilizzato dopo il maltempo dello scorso autunno in modo di consentire alla Protezione Civile una spesa rapida attraverso le Regioni per quanto riguarda resilienza, la riduzione del rischio residuo e i danno non conteggiati dalle somme urgenze di Protezione Civile".