Spezia: esordio al Picco, il sindaco Peracchini: "Tifiamo con passione da casa"

di Redazione

Il primo cittadino ha rivolto un appello per evitare assembramenti nei pressi dello stadio

Lo Spezia si prepara per una giornata storica, domani alle 20.45 la sfida con il Bologna rappresenta la prima volta in serie A allo stadio 'Picco' per gli aquilotti. Finito dunque il 'trasloco' a Cesena, adesso i ragazzi di Vincenzo Italiano possono giocare davvero tra le mura amiche. "Tifiamo le aquile, con la stessa grande passione che ci contraddistingue dal 1906, ma tifiamole guardando la partita da casa. Qualsiasi tipo di assembramento, come da DPCM, è assolutamente vietato, ma per rinforzare ancora di più questa disposizione di prevenzione sanitaria, ho firmato un'ordinanza specifica", scrive in una nota il sindaco Pierluigi Peracchini che lancia un appello ai tifosi bianconeri.

"Nuovo look dunque per il Picco: implementato l'impianto di illuminazione, la nuova area di regia Tv, la nuova sala stampa e i nuovi servizi igienici. Inoltre, l'Amministrazione ha anche deliberato il restauro dell'ingresso storico del Picco, valorizzandolo a beneficio di tutti i tifosi e di tutta la cittadinanza, consapevoli che il nostro Stadio non è solo una struttura sportiva ma un vero e proprio monumento", continua Peracchini. Un restyling concluso a tempo di record dopo la promozione dello scorso 10 agosto: è stata realizzata una nuova sala VAR, così come le telecamere necessarie per la visione degli episodi e alla goal-line technology. C'è una curiosità: sono stati stesi ben 25 chilometri di cavi elettrici nuovi di zecca nell'impianto e soprattutto tolte le barriere dai distinti.