Genova, pronta la rivoluzione: piazza Fontane Marose e via XXV Aprile semi-pedonali

di Alessandro Bacci

L'annuncio dell'assessore Campora: "Entro la fine dell'anno il Comune istituirà una Ztl temporanea". Via le auto e in futuro anche i mezzi pubblici

Via le auto e, in futuro, anche i mezzi pubblici da piazza Fontane Marose e da via XXV Aprile, nel cuore del centro di Genova, collegamento tra il centro storico e le strade dei Rolli e piazza De Ferrari, varco di accesso verso la città 'nuova'. L'annuncio di questa piccola rivoluzione per la viabilità genovese è arrivato stamani dall'assessore alla Mobilità del Comune di Genova Matteo Campora nel corso della conferenza stampa sul piano Caruggi.

Entro la fine dell'anno l'amministrazione istituirà una Ztl, zona a traffico limitato, dove potranno accedere solo residenti, mezzi per le consegne (solo in determinate ore) e gli autobus. Ma si tratterà di una soluzione transitoria. "Vogliamo trovare un modo per deviare su altri percorsi i mezzi pubblici in modo da ridurre il più possibile il traffico - spiega Campora - un'ipotesi potrebbe essere quella di istituire un doppio senso in via Roma per consentire ai bus di raggiungere De Ferrari, l'importante sarà garantire l'interscambio con la metropolitana".

Il progetto sarà condiviso con i commercianti, ai quali potrà essere concessa la possibilità di far avere accessi temporanei ai clienti. "La Ztl a cui vogliamo arrivare sarà sulla falsa riga di quella adottata in via Cairoli e in parte di via Garibaldi - continua Campora - con una riorganizzazione degli stalli di sosta anche per valorizzare le bellezze artistiche della piazza, non è possibile che durante tutto il giorno furgoni e auto coprano edifici dei Rolli come palazzo Interiano Pallavicino o palazzo Balestrino".