Genova, prime sanzioni a ristoratore che non ha chiesto il green pass

di Marco Innocenti

Multato anche il cliente e altre tre persone, oltre al gestore: nel locale mancavano il gel igienizzante e la cartellonistica anticovid

Genova, prime sanzioni a ristoratore che non ha chiesto il green pass

Prima sanzione a Genova per un ristoratore che non ha chiesto il Green pass e per il cliente che ne era sprovvisto e si trovava all'interno del locale. E' accaduto la scorsa notte in corso Perrone. Il gestore è stato anche multato perché ha permesso ai clienti di ballare. Sono state quattro complessivamente le sanzioni comminate a persone all'interno del ristorante, tutte per violazioni delle norme anticovid. Il ristoratore aveva anche 'dimenticato' di esporre la cartellonistica anticovid e di mettere a disposzione dei clienti il gel igienizzante.

La polizia ha da ieri intensificato i controlli anti contagio con una serie di blitz nei luoghi di maggiore aggregazione della movida, da corso Italia a Boccadasse, senza tralasciare la periferia e il centro storico del capoluogo. Controlli anche a Lavagna e a Chiavari, operazione voluta dal questore Vincenzo Ciarambino e denominata 'Safe summer'. In campo oltre a volanti e agenti dell'Upg anche la polizia ferroviaria e di frontiera, la polstrada e la postale, quest'ultima per prevenire le truffe sulle case vacanze ma anche per smascherare il commercio dei falsi green pass venduti sul web.