Genova, l'allerta meteo non ferma la Fiera dei santi Cosma e Damiano (almeno per ora)

di Marco Innocenti

L'assessore Bordilli: "Seguiremo il regolamento dei mercati: per ora andiamo avanti poi valuteremo domani in funzione delle reali condizioni meteo"

Genova, l'allerta meteo non ferma la Fiera dei santi Cosma e Damiano (almeno per ora)

"Come già avvenuto per altre fiere e seguendo il regolamento dei mercati, al momento abbiamo deciso di confermare l’appuntamento". Così l’assessore al Commercio del comune di Genova Paola Bordilli dopo che Arpal ha emanato allerta arancione per temporali per domani, domenica, quando a Sampierdarena avrebbe dovuto svolgersi la Fiera dei Santi Cosma e Damiano. "Se domani le condizioni meteo non dovessero essere favorevoli - aggiunge l'assessore - decideremo il da farsi con agli operatori. Speriamo che tutto si svolga come avevamo immaginato".

Dedicata ai patroni della comunità pugliese, la Fiera, organizzata dal Comune di Genova, avrà circa 100 banchi di dolci, merci varie, generi alimentari lungo via Sampierdarena – dal civico 111 - in particolare nella zona limitrofa alla parrocchia di santa Maria della Cella e San Martino, fino all’intersezione con via Giovanetti, al centro dell’originario borgo di Santo Petro de Arena, nucleo antico dell’attuale quartiere. La Fiera ha un’estensione di circa 2.400 metri quadri: nel rispetto delle norme di distanziamento anti Covid, il personale addetto svolgerà servizio di vigilanza per la prevenzione di eventuali assembramenti.

"La fiera è il naturale proseguimento del calendario fieristico comunale nel rispetto delle norme di sicurezza e degli appuntamenti tradizionali – spiega ancora l’assessore Bordilli – Sono soddisfatta per la riuscita organizzativa delle fiere sia quelle da calendario sia gli eventi recuperati dai periodi di precedenti, stoppati ma non annullati a causa dei decreti Covid. Il mantenimento degli appuntamenti con le fiere della nostra tradizione, con le loro peculiarità e storie diverse, è importante per la socialità dei nostri quartieri e un valido sostegno alle attività commerciali. Adesso non ci resta che confidare in un meteo clemente".

I Santi Cosma e Damiano, di origine araba, la cui celebrazione, secondo il calendario della tradizione cattolica, è il giorno 26 settembre, sono noti come Santi medici. Furono martirizzati con la decapitazione durante l’impero di Diocleziano e soprannominati “Santi senza argento e non mercenari” perché, per le loro pratiche di cura e guarigione, non vollero mai essere ricompensati in denaro o beni diversi. All'entrata principale della Chiesa della Cella si trovano due statue lignee dei Santi Cosma e Damiano, realizzate intorno al 1960, particolarmente venerate dalla comunità pugliese di Sampierdarena. La festa legata ai Santi Cosma e Damiano, nella tradizione pagana, segna il ritorno alla vita invernale e al paese d’origine.