Condividi:


Genova, al Galliera studio su effetti vaccino nei pazienti oncologici

di Anna Li Vigni

La vaccinazione diventa uno studio osservazionale per capire effetti del vaccino su chi si sottopone alle terapie

"I pazienti in terapia per il cancro sono pazienti ultrafragili. Questa vaccinazione per combattere la pandemia è arrivata talmente velocemente che mancano dati. É importante capire l'effetto dell'immunoterapia sul vaccino: l'immunoterapia scatena il sistema immunitario così come il vaccino ma non sappiamo le due cose insieme che risultato possano dare. Ed ecco perchè abbiamo avviato questo studio con la collaborazione dei pazienti", spiega il Direttore Dipartimento di Oncologia Medica E.O. Ospedali Galliera. 

Uno degli obiettivi della ricerca è correlare queste variabili psicologiche soprattutto lo stress con la risposta agli anticorpi. Quali sono le terapie che modificano gli anticorpi, quali le caratteristiche delle persone, stress, ansia, depressione, uno studio che permetterà di avere dati e risultati utili per i malati oncologici. 

"Tutti i nostri pazienti si sottopongono al vaccino e in alcuni casi, lo fanno subito dopo la terapia. Per tutti un unico accertamento: ci devono essere almeno 500 linfociti per fare il vaccino, questo è un parametro che controlliamo", aggiunge il prof. Andrea De Censi.