Condividi:


Genova a caccia di ricchi pensionati in Europa per rilanciare l'economia

di Fabio Canessa

Siglato protocollo d'intesa Comune-Confcommercio International, si parte dalla Polonia

Andare a cercare i ricchi pensionati del Nord e dell'Est Europa perché vengano a 'svernare' a Genova o in riviera. È una delle strategie alla base del protocollo d'intesa che il Comune di Genova e Confcommercio International hanno siglato per presentare le opportunità offerte della città agli investitori esteri. Il calendario è in via di stesura, ma la prima tappa sarà Varsavia in Polonia.

"Inizieremo con un piano di incontri presso le ambasciate con investitori e utilizzatori di tutto ciò che è di corollario alle strutture che vorremmo portare in Liguria: quindi parlando di Silver economy significa strutture che possono ospitare 'giovani anziani', non parliamo di terza età, spiega l'assessore comunale allo sviluppo economico Giancarlo Vinacci presentando l'iniziativa nella sala dorata della Camera di Commercio di Genova.

Non si tratta solo di trovare stakeholder che vengano a investire a Genova ma anche di presentare un'offerta turistica e culturale che possa far conoscere la nostra città - aggiunge Franco Aprile, presidente di Confcommercio International -. Le aree geografiche a cui guardiamo sono quelle dove il Pil cresce e c'è voglia di conoscere la nostra regione. Penso che partiremo dalla Polonia".

Non si parlerà solo di Silver economy ma anche di economia del mare, industrie tecnologiche ed agroalimentare. "Spesso non sappiamo di avere un know-how che potrebbe interessare all' estero - spiega il segretario generale della Camera di commercio Maurizio Caviglia -. Ad esempio qui abbiamo una società che gestisce il nostro mercato all'ingrosso di ortofrutta, un'attività logistica che in alcuni Paesi dell'Est non è strutturata e che noi saremmo in grado di sviluppare".