Tags:

genoa amichevole campomorone

L'amichevole del Genoa con il Campomorone finisce 5-0, Sturaro gioca il primo tempo

di Maria Grazia Barile

Lavoro a parte per Bessa

Test infrasettimanale per il Genoa che sul campo del Signorini di Pegli vince 5-0 contro il Campomorone Sant'Olcese, squadra che milita in Promozione. A segno Dalmonte, Kouame con una doppietta e reti di Criscito e Sanabria. La sorpresa riguarda Stefano Sturaro in campo a sorpresa dal primo minuto con la fascia da capitano. Il centrocampista è apparso ancora un po' imballato nei movimenti, ma il suo rientro è sicuramente un segnale positivo. Nel primo tempo al fianco dell'ex Juve, Prandelli schiera Veloso e Schafer con Pandev, Lapadula e Dalmonte a formare il tridente d’attacco. In difesa linea a quattro con Pereira a destra, Romero e Lakicevic in mezzo e Pezzella a sinistra. Poche emozioni nel primo tempo con i rossoblu che faticano craere azioni da rete. Al 31', però, è Dalmonte ad aprire le danze su assist di Lapadula. I primi 45 minuti terminano 1-0, da segnalare le buone prestazioni di Veloso, Schafer e Dalmonte tra i più vivaci.

Nella ripresa Prandelli cambia le carte in tavola e si affida alla squadra titolare. Radu in porta, Biraschi e Criscito sulle fasce e la coppia Gunter-Zukanovic al centro. Quasi sicuramente sarà la difesa anti-Bologna vista l'assenza di Romero per squalifica. In mezzo al campo Lerager, Radovanovic e Rolon con il tridente formato da lazovic, Sanabria e Kouame. Il Genoa cresce in intensità e in idee di gioco e il portiere avversario Canciani si esalta sulle conclusioni rossoblu. Il numero uno del Campomorone, però, non può nulla sul 2-0 firmato Kouame.

Con il nuovo assetto la squadra di Prandelli si dimostra nettamente più pericolosa e nel giro di pochi minuti chiude la partita con la rete di Criscito. Nel finale c'è spazio ancora per il calcio di rigore siglato da Sanabria e per la doppietta di Kouame che fissa il risultato sul 5-0. Anche Lazovic si è reso protagonista di tre assit consecutivi dimostrandosi determinante. Il Genoa visto nel secondo tempo ha sicuramente lasciato intravedere segnali positivi per l'allenatore. Una sfida utile per osservare le possibili tattiche anti-Bologna studiate da Prandelli. Il 4-3-3, che in fase difensiva si trasforma in una sorta di 4-5-1, appare il modulo prescelto dal tecnico e sarà con ogni probabilità riproposto anche domenica.