Genoa, l'Atalanta dell'ex Gasperini e poi occhi sul mercato: nel mirino Castillejo, Vecino e Miranchuk

di Marco Innocenti

In vista dell'ultima del 2021 contro i bergamaschi, sarebbero in forte dubbio sia Vanheusden che Sturaro, usciti malconci dalla sfida contro la Lazio

Genoa, l'Atalanta dell'ex Gasperini e poi occhi sul mercato: nel mirino Castillejo, Vecino e Miranchuk

L'ultima del 2021 contro l'Atalanta del grande ex Gasperini e poi via ad una rivoluzione tanto annunciata quanto indispensabile. Il Genoa si appresta a vivere l'ultima sfida dell'anno, in programma martedì sera al Ferraris contro l'Atalanta, con l'attesa di chi vuole chiudere presto una fase della propria vita e aprirne subito un'altra, che ci si augura possa essere molto meno travagliata. In mezzo, però, c'è un mercato invernale che - a detta della stessa società - dovrà essere "da rivoluzione". La piazza (e il tecnico Shevchenko con essa) si attende molto, anzi moltissimo. Sia in termini di numero che di qualità dei giocatori che dovranno arrivare perché il tasso tecnico di questa rosa potrebbe anche non essere sufficiente per restare in serie A.

Domani, come detto, al Ferraris arriva l'Atalanta di Gasperini, ferita dal 4-1 subito in casa dalla Roma e quindi forse ancora più pericolosa. I bergamaschi verranno a Genova per rialzare subito la testa e potrebbero trovarsi davanti un Grifone ancora in piena emergenza di formazione. Dopo la gara contro la Lazio, infatti, anche Sturaro e Vanheusden potrebbero essere costretti a dare forfait, riducendo ancora una volta al lumicino le possibili scelte di mister Shevchenko.

Anche per questo, in casa rossoblu, si guarda al prossimo mercato per mettere una pezza alla lunga lista di infortunati e indisponibili, alcuni dei quali rappresentano un vero e proprio mistero. E così, il gioco delle previsioni e delle indiscrezioni si è già scatenato. Gli ultimi nomi spuntati in ordine di tempo sono quelli di Castillejo dal Milan, di Vecino dall'Inter e di Miranchuk dall'Atalanta, tre nomi importanti che potrebbero sistemare le tante lacune messe in mostra dal Genoa in questa prima metà di stagione, quasi in tutte le zone del campo. Perché se è pur vero che quella di quest'anno potrebbe essere la quota salvezza più bassa degli ultimi anni (c'è chi parla addirittura di 30 punti appena), a quella quota il Genoa dovrà far di tutto per arrivarci.