Diga foranea, Toti: "E' un'opera indispensabile, non si torna indietro"

di Redazione

E' un'infrastruttura indispensabile dal valore di 950 milioni che il porto di Genova attendeva da anni. Dimostrazione che il modello Liguria funziona

Diga foranea, Toti: "E' un'opera indispensabile, non si torna indietro"

"Con la procedura di aggiudicazione della nuova diga foranea prevista entro il mese di luglio non si torna più indietro e si dà il via a un'opera fondamentale che consentirà un'ulteriore sviluppo ed espansione del primo porto del Mediterraneo con importanti ricadute economiche e occupazionali". Lo dice il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti commentando l'approvazione del commissario straordinario Paolo Emilio Signorini del progetto di fattibilità tecnica economica della nuova diga foranea e la trasmissione delle lettere di invito per la presentazione delle offerte per la realizzazione della fase 1 dell'opera.

"Si tratta di un'infrastruttura indispensabile dal valore complessivo di 950 milioni che il porto di Genova e tutta la città attendeva da anni. Ennesima dimostrazione che il modello Liguria funziona, grazie a un'ottima collaborazione istituzionale fra tutti gli enti in grado di consentire al nostro sistema portuale di diventare più efficiente, più moderno e capace di movimentare quantitativi sempre maggiori di merci e persone", conclude il presidente.