Condividi:


Atalanta-Sampdoria 2-0, nerazzurri implacabili. I blucerchiati resistono 75’

di Alessandro Bacci

Nona vittoria consecutiva per i bergamaschi, una buona Samp ma Toloi e Muriel non lasciano scampo

Niente da fare per la Sampdoria a Bergamo. L'Atalanta trova la nona vittoria consecutiva vincendo 2-1 contro i blucerchiati. La squadra di Ranieri si è resa protagonista di una prestazione estremamente ordinata. I blucerchiati nonostante la sconfitta sono stati bravi a interpretare la partita, concedendo pochi spazi e ripartendo in contropiede. Nel finale i cambi e la maggiore qualità dei bergamaschi hanno fatto la differenza.

Nel primo tempo le occasioni da goal sono davvero poche. La Samp è bravissima a chiudere gli spazi e a ripartire in contropiede. Il centrocampo folto e la difesa ordinata ingabbiano gli attaccanti bergamaschi, costretti ad azioni individuali e tiri dalla distanza. Gabbiadini, un po' isolato in attacco, al 29' si inventa un gran tiro dai 30 metri che costringe Gollini ad allungarsi e a deviare il pallone sopra la traversa. Linetty prosegue nel suo momento positivo e spesso è il polacco a far ripartire la squadra in contropiede o a tentare il tiro in porta. Stranamente la squadra di Gasperini trova pochi spazi per attaccare e Audero si dimostra sempre attento. Al 37' il brivido: lancio lungo in profondità di Gomez da centrocampo, Yoshida perde sia il pallone che l'uomo. Zapata controlla e tira in porta ma Audero è attentissimo e respinge il pallone. Nel finale di primo tempo Hateboer cerca il gol con un destro potentissimo ma ancora il portiere blucerchiato devia in angolo. Termina 0-0 il primo tempo con la partita povera di emozioni ma apertissima.

Nella ripresa la Samp cerca di non concedere spazi e ci riesce nei primi minuti. Ranieri in panchina è indiavolato: prima litiga con Gasperini e poi protesta per un cartellino giallo sventolato a Bereszynski. Il direttore di gara lo espelle. Al 68' Gasperini inserisce forze fresche, dentro Muriel e Malinovskyj. Il pressing nerazzurro si fa più intenso e l'Atalanta al 74' passa. Su un calcio d'angolo, concesso dall'arbitro tra le proteste dei blucerchiati che chiedevano rimessa dal fondo, Toloi colpisce di testa e insacca il pallone. 1-0. Ranieri inserisce Ramirez, Augello e La Gumina ma l'Atalanta prende ancora più coraggio. All'84' Luis Muriel senza pietà colpisce la sua ex squadra con un destro violentissimo dal limite dell'area. 2-0 e partita virtualmente chiusa. Nel finale succede poco altro, l'Atalanta conquista una vittoria sofferta. La Samp esce sconfitta da Ber

Condividi: