Asl 5, uno studio sulla progressione del tumore al polmone premiata ad Esmo 2021

di Marco Innocenti

1 min, 6 sec

La ricerca condotta dal dottor Ciarmiello e dallo staff di medicina nucleare del Sant'Andrea: "Risultato che unisce nuove tecnologie e lavoro di squadra"

Un prestigioso riconoscimento, quello ottenuto dallo staff del dottor Andrea Ciarmiello, direttore della Struttura Complessa di Medicina Nucleare di Asl 5. Stiamo parlando del prestigioso "Best Poster Award", assegnato nel corso del congresso 2021 di Esmo (la European Society for Medical Oncology) nella categoria "New Diagnostic Tools". 

Il premio è stato assegnato allo studio dal titolo “1137P - Machine learning radiomics for prediction of survival in non small cell lung cancer patients studied with pet/ct and fdg” sui risultati di una ricerca avente come obiettivo la possibilità di stimare la progressione del tumore al polmone mediante la PET associata a tecniche di intelligenza artificiale.

"Il tumore del polmone è uno dei tumori più diffuso ed è una delle maggiori cause di morte - spiega il dottor Ciarmiello - Poter avere a disposizione uno strumento che ti permetta di prevedere quale potrà essere la sua evoluzione temporale, permette al clinico di predisporre i trattamenti più adeguati fra quelli disponibili. Da una parte c'è quindi l'utilizzo di nuove tecnologie ma dall'altra c'è l'importanza del lavoro di squadra, perché questo lavoro ha coinvolto molte strutture e molti professionisti differenti. Abbiamo messo insieme molte esperienze e una popolazione di pazienti sufficientemente ampia per trarre le dovute conclusioni, arrivando a 320 soggetti a stadi diversi della malattia".