Si alza il sipario sul nuovo Mercato Orientale di Genova

di Redazione

Centinaia di curiosi per il taglio del nastro in una struttura completamente rinnovata

Una lunga coda ma il risultato finale lo merita davvero. Il mercato orientale si svela in tutto il suo splendore con il nuovo piano rialzato inaugurato col fatidico taglio del nastro e l’apertura a centinaia di genovesi che non vedevano l’ora di riappropriarsi di questo angolo della propria città.

“Questo sarà un vero punto di aggregazione per tutta la città – ha detto l’assessore alla formazione Ilaria Cavo – non solo perché raccoglierà le eccellenze del nostro territorio ma anche perché qui si svolgeranno corsi di formazione e molto altro, in modo da trasformarlo un luogo d’incontro per tutta la città”.

Un piano intero dedicato alle eccellenze dell’enogastronomia ligure, dai panini al fritto misto, dalla pasta al pesto ai frisse. Ma il nuovo mercato orientale oltre al palato accontenta anche la vista con un architettura moderna e luminosa che promette di attirare tanti turisti ma soprattutto tanti genovesi che per una volta non sono rimasti a bocca aperta ma piuttosto… a bocca piena.

“Oggi raccogliamo mesi, anzi anni di lavoro partiti quasi per scommessa – ha commentato Marco Cambi, uno degli imprenditori che hanno investito nel nuovo MOG - con mia moglie che mi diceva ‘Non ci riuscirai mai, a Genova certe cose non si riescono a fare’. Oggi invece eccoci qua”.