Condividi:


Ponte per Genova, l'ex ministro Toninelli ne rivendica il merito

di Marco Innocenti

"Un'opera straordinaria, fatta dal M5S che ha lavorato giorno e notte"

All'indomani del completamento dell'ultima pila del nuovo viadotto sul Polcevera, l'ex ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli fa sentire la sua voce e, con una video-diretta sulla sua pagina Facebook, rivendica a gran voce il merito di un'opera che sta per arrivare a compimento. "Vi faccio una domanda - dice l'ex ministro Toninelli, mostrando le immagini del cantiere sul Polcevera - Avete mai visto un fatto così straordinario compiuto in pochi mesi? Dal 15 agosto il sottoscritto e il M5S era qua a lavorare per permettere che un paese che vede cantieri infiniti, grazie alla concretezza del Movimento in poco più di un anno, ha messo sul tavolo quasi un miliardo. Se oggi quel ponte è quasi completato è perché abbiamo scritto un decreto Genova che oggi può esser epreso a modello. Sapevamo che i ricorsi ci sarebbero stati ma da parte di chi? Da chi il ponte l'ha fatto crollare: Atlantia, Aspi, Benetton".

"Parliamo poi del porto di Genova - aggiunge Toninelli - Nel 2019 l'economia del porto di Genova è cresciuta, sempre grazie a quello che noi abbiamo fatto. La mia esultanza col pungo alzato all'approvazione del decreto è stata per questo motivo: per la soddisfazione di un cittadino-ministro che gioisce, invece hanno fatto passare la notizia del braccio alzato rispetto ai contenuti del decreto. Forse perché la stampa era abituata ai politici tutti perfettini, in giacca e cravatta, silenziosi che non fanno niente e non hanno motivo di esultare. E' questa la differenza fra un cittadino-ministro e i politici stile Prodi, Renzi, Berlusconi e adesso Salvini che non gioiscono perché in realtà non fanno niente di bello per i cittadini".

"Questa cosa straordinaria è stata fatta dal M5S che ha lavorato giorno e notte - conclude - Io le leggi le ho scritte insieme ai miei collaboratori, andavo nelle tende degli sfollati e incontravo i genovesi, andando in strada in mezzo alle persone che soffrivano. Questa è la differenza fra i politici perfetti che non fanno nulla e i politici, magari imperfetti, ma che lavorano per voi, per risolvere i vostri problemi reali".