Sabato, 20 luglio 2019  

Operaio schiacciato da una pressa in una cava a Lorsica: è gravissimo

E' un rumeno di 25 anni di Ferrada: a liberarlo sono stati due colleghi. Area sotto sequestro,: titolare indagato.
2019-06-18T11:52:45+00:00

E’ ricoverato in condizioni gravi all’ospedale San Martino di Genova l’operaio 25enne che rimasto schiacciato oggi pomeriggio sotto una pressa usata per triturare pietre in una galleria di una cava di Lorsica, in Val Fontanabuona, nell’entroterra di Chiavari. L’uomo, un rumeno assunto regolarmente e residente da anni poco lontano, a Ferrada di Moconesi, ha riportato ferite gravi alle gambe a al bacino, ma non ha mai perso conoscenza sino a quando non è stato ricoverato nella sala di rianimazione del pronto soccorso dove i medici poi lo hanno sedato per evitare altri traumi.

Fra le ipotesi per spiegare l’infortunio quella che la pressa fosse posizionata in modo instabile. A soccorrere per primo sono stati due colleghi che sono riusciti a spostare il pesante macchinario che lo schiacciava. Quindi sul posto sono giunti i medici del 118 che gli hanno prestato le prime cure e i vigili del fuoco di Chiavari.

Al capezzale dell’operaio oltre ai colleghi anche il titolare della cava, Massimo Cuneo, e la moglie, in lacrime. Le indagini per cercare di scoprire la dinamica dell’infortunio sono state avviate dagli ispettori della Asl e dai carabinieri della compagnia di Chiavari: primo passo dell’inchiesta coordinata dal magistrato di turno Gabriella Dotto il sequestro della cava e la relativa iscrizione sul registro degli indagati del titolare dell’area per consentire i necessari accertamenti tecnici.

TELENORD