Liguria, ecco "SaluteSanità": la prima guida cartacea e digitale al servizio dei cittadini

di Redazione

6 min, 39 sec

Realizzata da Edizioni Liguri, dell’editore Massimiliano Monti, presentata stasera alle 19 al M.A.G. di Telenord

La Liguria è la prima regione italiana a mettere a disposizione dei suoi cittadini, gratuitamente, una guida cartacea e digitale di oltre 400 pagine dedicata alla salute e al benessere per prevenire e curare. La salute in questi ultimi anni di emergenza sanitaria, è diventata ancor più una priorità, si è trasformata quasi necessariamente nella ricerca quotidiana di risposte a domande che uno scenario in continua evoluzione imponeva. Una priorità che va gestita con professionisti qualificati e servizi certificati.

SaluteSanità, guida realizzata da Edizioni Liguri, dell’editore Massimiliano Monti, verrà presentata questa sera, a partire dalle 19, al M.A.G. di Telenord, insieme al Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e al prof. Matteo Bassetti, infettivologo, ricercatore e primario del reparto di malattie infettive all'ospedale San Martino di Genova. SaluteSanità è uno strumento che unisce la praticità del formato cartaceo con la possibilità di rimanere costantemente aggiornati grazie alla comodità del QR Code presente nelle singole sezioni della guida. 

Accedendo tramite il QR Code in copertina e\o tramite il portale salutesanita.it è possibile registrarsi ai servizi online (pagina 3 della guida), per entrare in tempo reale nel sistema della sanità ligure, per potersi collegare immediatamente alla struttura medica che si desiderata e qui scegliere e per mettersi in contatto e definire un appuntamento con lo specialista scelto. Con il QR Code la guida SaluteSanità diventa uno strumento in continua evoluzione, sempre aggiornato, sempre pronto a comunicare con il pubblico. 

Una vera e propria carta dei servizi messa a disposizione in 100 mila copie e in 160 punti in Liguria (GDO, laboratori di analisi, ospedali, ASL, farmacie, case di cura, etc) per il benessere dei cittadini, con la possibilità di entrare direttamente in contatto con tutti i servizi sanitari offerti dalle cinque Asl e dai 30 ospedali della Liguria. Una mappa completa che permette di trovare l’indirizzo giusto per rispondere alle esigenze del vivere bene: nella guida sono infatti presenti le indicazioni, i numeri di telefono e i nomi di tutti i primari della sanità ligure pubblica e le eccellenze del privato.

Presente, inoltre, una sezione dedicata alle grandi patologie che permette ai cittadini di affrontare le malattie con la giusta dose di ottimismo, perché solo attraverso la prevenzione si possono utilizzare le cure più innovative, e una rubrica “Help!”, dove trovare suggerimenti utili in caso di prima necessità.

"La Liguria - spiega il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti - ha attraversato come il resto del Paese due anni difficilissimi legati all’emergenza Coronavirus, un periodo in cui abbiamo affrontato eventi e situazioni che difficilmente avremmo potuto anche solo immaginare prima. Senza mai dimenticare il dolore che la pandemia ha portato con sé e la grande responsabilità dimostrata dalla stragrande maggioranza dei nostri concittadini, la nostra sanità ha dimostrato ancora una volta il proprio straordinario valore, grazie al lavoro quotidiano, costante e indefesso di tutto il personale sanitario, dai medici agli infermieri e agli operatori sociosanitari. Nessuno in Liguria è mai stato lasciato indietro, tutti coloro che ne avevano bisogno hanno ricevuto le cure necessarie e la Liguria si è dimostrata all’avanguardia anche dal punto di vista scientifico, collocandosi ai vertici in Italia per l’utilizzo dei farmaci antivirali per il contrasto al Covid 19. Oggi siamo in una fase in cui ci stiamo abituando a convivere con il Coronavirus: abbiamo di fronte nuove sfide che possiamo vincere grazie alle tante eccellenze del nostro Sistema Sanitario Regionale. Per recuperare e smaltire le liste di attesa e tutte le attività sanitarie ridotte a causa della pandemia, abbiamo introdotto ingenti risorse con il piano Restart Sanità, che sta dipanando i suoi effetti sul sistema. Sono previsti anche importanti lavori nei grandi ospedali, investimenti sull’elezione medica, il progetto del Gaslini Liguria e i Dipartimenti interaziendali che stiamo realizzando. L’altra sfida imponente riguarda l’attuazione degli investimenti legati al Piano nazionale di ripresa e resilienza, destinato a cambiare radicalmente la sanità ligure: mentre va avanti il nostro progetto pilota per la realizzazione dell’ospedale degli Erzelli, il primo Irccs (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) a indirizzo tecnologico collegato agli istituti di didattica e ricerca del nostro territorio, abbiamo già inviato al governo il nostro piano di rafforzamento della medicina territoriale per la realizzazione delle Case di Comunità, degli Ospedali di Comunità e delle Centrali Operative Territoriali, oltre agli investimenti per il rinnovamento del parco tecnologico. Ed è in questo contesto che si inserisce SaluteSanità, una guida capace di indirizzare i liguri verso la struttura pubblica e privata più adatta alle proprie necessità, fino alla possibilità di mettere in contatto il paziente con il medico prescelto. Tutto questo proseguendo quel percorso di digitalizzazione che permette di avvicinare sempre più i liguri alla pubblica amministrazione e ai servizi del territorio.

"Sono felice di far parte attivamente di questo virtuoso progetto - sottolinea il direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale Policlinico San Martino Matteo Bassetti - che non ha eguali in Italia. Un modo efficace per entrare nelle case dei cittadini e avvicinare sensibilmente il sistema sanitario regionale alla sua utenza, in anni in cui la sanità appunto è diventata prepotentemente protagonista del nostro quotidiano. Oggi la percezione di noi professionisti è cambiata, dobbiamo restituire la fiducia riposta in noi a chi è alla ricerca di informazioni chiare ed efficaci, di pubblica utilità. Non posso che applaudire il progetto, mettermi a disposizione e sostenerlo, perché siamo di fronte a una proposta che ha tutte le carte in regola per fare scuola al di là dei nostri confini regionali. La sanità ligure ha cambiato marcia, ha risposto efficacemente alle criticità derivanti dalla pandemia, ha proposto un modello vincente quando si è trattato di fronteggiare il Covid con la vaccinazione e si è aperta a una serie di soluzioni tecnologiche che ne ha innalzato gli standard. L’entusiasmo è percepibile tra sanitari, tecnici e amministrativi, abbiamo imboccato una strada importante".   

"SaluteSanità - commenta l’editore Massimiliano Monti - è la prima guida regionale multimediale e innovativa dedicata alla salute, che integra diverse tecnologie e servizi: dalla carta al QR Code, dal portale web all’invio diretto, agli utenti registrati, delle informazioni e notizie sanitarie. I nostri principali obiettivi sono quelli di costruire una community, affidabile e istituzionale - in quanto le informazioni devono arrivare direttamente dagli interlocutori accreditati dal sistema sanitario italiano e locale – e fornire servizi informativi ai cittadini per rendere più semplice e diretto l’utilizzo della sanità. Da oltre 30 anni cerco e sviluppo idee per diffondere nel modo più semplice possibile le informazioni sulla salute e sulla sanità creando un filo diretto con il sistema sanitario pubblico e privato.  Dal lontano 1990, quando siamo partiti con le prime trasmissioni dove gli specialisti ospiti in studio rispondevano in diretta alle domande dei telespettatori, passando per gli anni 2000, quando abbiamo creato talk show sulla salute dove gli argomenti venivano trattati da esperti della sanità pubblica e privata, siamo giunti alla realizzazione, nel 2017, di un canale tematico televisivo regionale, un portale e un profilo social denominato SaluteSanità coinvolgendo un 100 di medici. Oggi sono orgoglioso di poter donare a ognuno, ligure e non solo, la prima ed unica guida regionale sulla sanità presente in Italia. L’ambizione è quella di offrire un servizio di pubblica utilità partendo dal nostro territorio, ma che possa presto diventare un modello per le altre regioni. Il prossimo step sarà quello di offrire nuovi servizi digitali interattivi attraverso la smart tv e i sistemi hbbtv, portando la guida sul canale regionale 11 di Telenord, emittente televisiva pioniera del futuro della comunicazione che da 45 anni manda in onda l’innovazione al servizio dei telespettatori".