Ingress, a Genova una grande partita che fa scoprire l'arte e la storia

di Claudio Cabona

Il 23 e 24 febbraio, insieme ad Atene e Lisbona, la città protagonista del gioco in realtà aumentata

Il 23 e 24 febbraio Genova, insieme ad Atene e Lisbona, diventerà protagonista di Ingress (www.ingress.com/events), il gioco di realtà aumentata basato su un background fantascientifico creato da Niantic. Organizzato dal comitato italiano eSports, l’evento sarà una vetrina prestigiosa per la nostra città e consentirà a centinaia di giocatori provenienti da tutto il mondo di scoprirne le eccellenze. Protagonisti saranno una ventina di luoghi e monumenti genovesi: dalle chiese ai musei, dai prestigiosi Palazzi Dei Rolli agli angoli cittadini più insoliti e suggestivi. Durante le varie fasi della contesa i partecipanti, nella doppia veste di giocatori e turisti, avranno modo di "conquistarli" e ammirarli facendosi preziosi portavoce dell'immenso patrimonio artistico e culturale locale.

Le regole di Ingress prevedono la sfida tra due fazioni contrapposte armate di smartphone: gli Illuminati che sono arrivati sulla Terra e i Resistenti. Come in una sorta di caccia al tesoro, i partecipanti saranno impegnati a realizzare affascinanti azioni virtuali passeggiando lungo le vie della città e del suo centro storico per contendersi la "conquista digitale” di luoghi reali corrispondenti ai più significativi punti di interesse definiti “portali”. Entrambi i giorni saranno contraddistinti da momenti specifici: sabato, giorno di “Anomaly”, le due squadre si sfideranno per tre ore in un’area definita; domenica, “Mission Day,” i contendenti si ricongiugeranno e giocheranno visitando la città soffermandosi sui suoi punti di interesse più caratteristici.