Domenica, 15 settembre 2019  

Inaugurata la “Design week”: la Genova antica abbraccia l’arte contemporanea

La manifestazione, in programma fino a lunedì 27 maggio, ha preso il via con il taglio del nastro
2019-05-23T15:10:11+00:00

La storia che incontra la modernità, il patrimonio di antichi palazzi che si fonde con la visione del futuro. Si è alzato il sipario sulla Design Week Genova, manifestazione che fino a lunedì 27 maggio porta l’avanguardia delle maison nazionali e internazionali nel Centro Storico genovese, con piazza dei Giustiniani come fulcro della manifestazione. Al taglio del nastro di questa mattina, che ha dato ufficialmente il via alla Design Week Genova, hanno partecipato il Distretto del Design (organizzatore della manifestazione), l’assessore al Turismo, al Commercio e all’Artigianato del Comune di Genova Paola Bordilli, l’assessore alla Cultura di Regione Liguria Ilaria Cavo, il segretario generale della Camera di Commercio di Genova Maurizio Caviglia, il presidente di Ascom Paolo Odone e il presidente del Municipio I Centro Est Andrea Carratù. La Design Week Genova è realizzata dall’associazione DiDe – Distretto del Design Genova col patrocinio di Regione Liguria, Comune di Genova, Municipio 1 Centro-Est, Camera di Commercio di Genova e Confcommercio. La Design Week Genova si avvale anche della convinta collaborazione dell’Ordine e della Fondazione degli Architetti e del Dipartimento di Architettura e Design dell’Università di Genova.

 GLI APPUNTAMENTI DI DOMANI, VENERDÌ 24 MAGGIO, DELLA DESIGN WEEK GENOVA

La Design Week Genova coinvolge sessanta tra designer e aziende, che espongono i propri oggetti di design in più di cinquanta location (di cui 16 atri di palazzi storici, 13 del circuito dei Rolli). Previsto inoltre un calendario di 46 eventi collaterali, tra mostre, concerti, incontri e conferenze.

Gli eventi di venerdì 24 maggio prendono il via (ore 11, A Rumènta, via dei Giustiniani 71r) con la conferenza “La tutela giuridica del design”, a cura dell’avvocato Donato di Pelino. Alle 15 tocca al primo appuntamento con “Un’ora con Bonora”, passeggiate con Ferdinando Bonora alla scoperta del distretto del Design tra piazze, strade e palazzi della storia: si parte da piazza san Lorenzo, per poi arrivare nella sede della Fondazione Magistrato di Misericordia, custode dal 1419 di un ricco archivio. A Rumènta ospita alle 16 il workshop di Barbara Borello “Vestire la casa allena lo sguardo alla bellezza”, mentre alle 17 in piazza San Bernardo 24 suonano le “Note musicali al pianoforte” di Anna Doria. Sempre alle 17 da piazza Cattaneo parte la musica itinerante dell’Ènosi Duo (Bianca Liuzzo al sax, Andrea Alinovi al clarinetto).

Alle 18 in via Chiabrera 7 (piano nobile) tocca a “Design talks made in dAD: conversazioni sul divano” con Chiara Olivastri e Giovanna Tagliasco. Sempre alle 18, A Rumènta (via dei Giustiniani 71r) ospita la conferenza “Economia della creatività” con relatore l’architetto Ettore Piras. La conferenza vale 1 cfr per gli architetti partecipanti. In piazza dei Giustiniani alle 18.30 va in scena “Fashion Show – Presentazione auto Jimny” con GT Motor Suzuki, mentre Niccolò Pizzorno, in piazza Valoria 3r (Associazione Pepita Ramone Aps), si esibisce in un live painting e legge tratti del proprio romanzo “I cercatori di pace”. Da PolleriCinque (ore 18.30, via dei Giustiniani 12) va in scena un’esibizione con tessuti aerei, mentre alle 18.45 in via San Lorenzo 21 (studio Todo Genova, Progetti Arredamenti) tocca a “Sopraevento: design con vista – show & cocktail”, con filmati dell’azienda Riva 1920 “Kauri: il legno millenario” e “Tra le briccole di Venezia”. Alle 19 da Crosetti Arredamenti (piazza Cattaneo 26) il designer Giulio Iacchetti, direttore artistico di m/home e Internolta, incontra il pubblico in “Design e artigianalità italiana”. Alle 19.30, in piazza dei Giustiniani 30r (atrio minore Spazio Giustiniani), c’è il live cooking show dello chef Daniel Spalonghe (in collaborazione con Forma Design Makers e KitchenAid). Chiudono la giornata i concerti delle 19.30 di Mad Dogs & Delta ladies (tributo a Joe Cocker in piazza Sauli) e dei Palconudo (piazza dei Giustiniani, spazio espositivo di Paolo Rosato).

LA DESIGN WEEK GENOVA

In scena fino 27 maggio, la Design Week Genova nasce dal sogno di far riscoprire una parte poco nota della “città vecchia”, riscoprendone le radici nel segno dell’avanguardia. «Dopo le prove generali di novembre è con profonda soddisfazione – racconta Elisabetta Rossetti, presidente del Distretto del Design – che annunciamo la nascita della prima Design Week Genova che, per cinque giorni all’anno, colora la parte più antica del Centro Storico della Superba con esposizioni, eventi e aperture straordinarie». Le eccellenze locali del design mettono così insieme le forze, per portare nel cuore della Genova antica oggetti di giovani designer e delle maison nazionali e internazionali. «Le 60 realtà coinvolte possono esporre le proprie creazioni nelle 51 location della Design Week, che si dividono tra atri di palazzi storici, piazze, attività commerciali aperte e chiuse». Dei 51 punti espositivi, 16 sono atri di palazzi storici (di cui 13 nel circuito dei Rolli), 4 piazze, 27 realtà commerciali attive e 4 realtà commerciali chiuse. «Commercio e artigianato – aggiunge Maurizio Caviglia, segretario generale della Camera di Commercio di Genova – hanno dato in passato un contributo determinante per rigenerare parti importanti del centro storico di Genova. Con il sostegno a questa nuova iniziativa, la Camera di Commercio scommette sulla contaminazione fra arte, moda e design per rilanciare una porzione preziosa della città antica, poco conosciuta ai turisti e spesso, purtroppo, anche ai genovesi. Puntando i riflettori su una zona circoscritta ci auguriamo di innescare un circolo virtuoso che porti bellezza, accoglienza, cura e qualità in zone sempre più ampie del nostro centro storico».

Piazza Giustiniani, via di San Bernardo, piazza delle Erbe, via San Lorenzo, via di Canneto il Lungo: in molti fulcri del centro cittadino il Civ Genovino e il Distretto del Design hanno inoltre installato bandierine e “bolle” rosse, blu e gialle, che disegnano tre percorsi alla scoperta della Genova antica, tra storia e design. 

TELENORD