Condividi:


Green pass e vaccini nella scuola: mercoledì la decisione del governo

di Marco Innocenti

La Liguria intanto si prepara a tre Open Night: Telenord in diretta giovedì 22 luglio

Per una decisione definitiva sul Green Pass, che sia alla francese o all'italiana, si dovrà attendere domani, mercoledì, quando il consiglio dei ministri dovrebbe sciogliere tutti i nodi: l'ipotesi è che si possa arrivare ad un suo utilizzo per cerimonie e grandi eventi, per aerei e treni a lunga percorrenza oltre che per cinema, teatri, palestre e piscine. Per i ristoranti, invece, l'obbligo del certificato potrebbe scattare solo in quelle regioni con criticità maggiori. Niente green pass, insomma, per regioni in fascia bianca o gialla.

Ma anche sull'utilizzo dei parametri per stabilire i colori delle regioni, il governo è chiamato a decidere. Minor peso all'indice Rt e più considerazione per il numero di ospedalizzati: dovrebbe essere questa la nuova linea, specialmente ora che l'Italia conta 27 milioni di vaccinati con due dosi (circa il 51% della popolazione) ed altri 7 milioni in attesa del richiamo. Oggi il governo ne ha discusso in conferenza delle regioni e domani ci si attende la sintesi ma la sensazione è che, per restare in zona bianca, ogni regione debba mantenersi al di sotto di una soglia di occupazione del 15% delle terapie intensive e del 20% dei letti nei propri ospedali.

Sul tavolo ci sarà poi anche la questione dell'obbligo vaccinale per il mondo della scuola: ieri sul tema sono intervenuti anche una ventina di insigni giuristi, capeggiati dal presidente emerito della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick. In una lettera indirizzata al premier, avrebbero sottolineato come non ci sarebbe alcun rischio di incostituzionalità nel prevedere l'obbligo del vaccino per il personale scolastico ma la questione agita comunque la maggioranza, che resta spaccata.

Intanto la Liguria si prepara alla sua tre giorni, anzi, la tre notti dei vaccini. Mercoledì 21, giovedì 22 e venerdì 23 infatti, sarà possibile recarsi senza prenotazione in uno dei 5 hub individuati nelle 5 Asl della regione per ricevere la prima dose o anche, e questa è la grande novità, anticipare il richiamo a patto che siano trascorsi almeno 21 giorni dalla prima iniezione con Pfizer o 28 con Moderna.

In Asl1 le vaccinazioni verranno effettuate dalle ore 19 alle ore 22, mercoledì al Palafiori di Sanremo, giovedì al Palasalute di Imperia e venerdì a Pallavicini a Camporosso. in Asl2 si svolgeranno al Terminal Crociere di Savona (dalle ore 20 alle ore 23), in Asl3 (dalle ore 19 alle ore 22) all’hub della Fiera del Mare, in Asl 4 (sempre dalle ore 19 alle ore 22) all’ Auditorium San Francesco di Chiavari e in Asl5 (dalle ore 19 alle ore 22) mercoledì all'ex Fitram di La Spezia, giovedì a San Bartolomeo a Sarzana e infine venerdì a Levanto.

Giovedì sera Telenord sarà anche in diretta, con tanti ospiti che si succederanno nei nostri studi di via xx settembre e i collegamenti con gli hub sparsi nella nostra regione. Vi porteremo anche dietro le quinte, per scoprire come si lavora in questi centri e per seguire insieme un'intera notte di lavoro e di vaccinazione.