Genova, consegnati i 18 diplomi delle onorificenze all'ordine al merito della Repubblica Italiana

di Gaia Cifone

Omaggiati questa mattina con una cerimonia in sala del consiglio metropolitano di palazzo Doria Spinola

Sono 18 le persone premiate alla Prefettura di Genova, dal Prefetto Renato Franceschelli, con i diplomi delle onorificenze all'ordine al merito della Repubblica italiana, conferite con un decreto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 2 giugno scorso.

Non solo funzionare pubblici ma anche impiegati, operai, professionisti militari, pensionati e rapprensentati di associazioni di volontariato che si sono distinti nelle loro attività a favore del bene per la collettività, hanno ricevuto il diploma alla presenza del sindaco di Genova Marco Bucci e di alcuni sindaci di varie località liguri. 

La consegna è avvenuta questa mattina con una cerimonia nella sala del consiglio metropolitano di palazzo Doria Spinola e gli omaggiati sono: Francesco Boccardo, operaio specializzato della ditta Laucari e presidente della Croce Rossa di Cicagna; Piero Buffa, medico in pensione del Gaslini e chirurgo volontario nel Benin; Roberto Calora, brigadiere capo della guardia di Finanza; Luigi Cerminara, impiegato in pensione e socio AVIS; Luigi Di Clemente vicequestore vicario a Genova; Liliana Freddi De Stefanis, presidente dell'associazione italiana contro le leucemie dei linfomi e melanomi; Simona Garrè, medico al San Martino; Luigi Gazzo direttore di banca in pensione e presidente della Croce Rossa di Davagna; Maria Teresa Litani, insegnante in pensione e presidente dell'Associazione italiana sindromi atassiche; Adriana Lonardi, infermiera in pensione; Bartolomeo Matarese, capo reparto esperto dei vigili del fuoco; Patrizia Raggi, dipendente di Generali spa e presidente della Croce Rossa di Rezzoaglio; Michele Ravera, imprenditore agricolo; Duilio Rosi imprenditore e presidente della Croce Rossa di Campo Ligure; Claudio Stefanini, brigadiere dei carabinieri di Santa Margherita Ligure; Fabrizia Triolo, prefetto di Cuneo; Elvio Varni, avvocato in pensione e presidente della Fondazione Alberto Pretto e Maria Pretto Cassanelo e consigliere della fondazione Contubernio D'Albertis; Yuri Zappaterra impiegato di Leonardo spa e presidente della Croce Rossa di Campomorone