Sabato, 20 luglio 2019  

Genoa, il dubbio dei tifosi: protesta ad oltranza o tregua per la salvezza?

Intanto il club taglia drasticamente i prezzi dei biglietti
2019-05-14T12:15:32+00:00

Uno dei dubbi più forti sollevati da molti dei tifosi che non approvano il braccio di ferro fra ultras e società in atto da qualche settimana, è che questa contestazione possa in qualche modo danneggiare la squadra in un momento così delicato della stagione, quando ancora i punti pesano e non poco. La vittoria dell’Empoli domenica al Ferraris contro la Samp, poi, ha dannatamente complicato tutto, rendendo un po’ più concreto lo spettro della retrocessione che solo qualche giornata fa sembrava solo uno spauracchio.

Adesso quindi gli ultras e tutti i tifosi rossoblù si ritrovano davanti a un bivio: continuare la protesta nei confronti del presidente Preziosi e la società oppure dichiarare una sorta di “tregua armata” in nome dell’obiettivo superiore della salvezza e poi, una volta raggiunta, riprendere per la propria strada? La scelta, infatti, potrebbe spaccare a metà il popolo rossoblù visto che già durante l’assemblea pubblica di un paio di settimane fa si erano manifestate alcune voci contrarie alla decisione di andare avanti ad oltranza, disertando lo stadio per tutte le rimanenti partite casalinghe del Grifone, limitandosi a radunarsi intorno allo stadio, senza salire sugli spalti.

La società, con il chiaro intento di provare comunque a riempire il Ferraris, ha deciso di tagliare drasticamente i prezzi. Contro il Cagliari, sabato, la Sud costerà 5 euro e i distinti 10. Prezzi più che popolari, insomma, nella speranza che anche senza parte della tifoseria più calda, lo stadio possa spingere il Genoa verso la tanto agognata salvezza. In questi giorni, intanto, si sono moltiplicati gli appelli da parte di tanti addetti ai lavori. Già domenica, dopo il ko contro l’Atalanta, Radovanovic aveva chiesto ai tifosi di tornare a far sentire il proprio calore alla squadra in questo finale di stagione. Poi è stata la volta di Marco Rossi. Anche l’ex capitano rossoblù ha lanciato un appello per rivedere la Nord piena, al grido di “Tutti uniti per salvare il Genoa”.

TELENORD