Tags:

ambiente Fai Liguria

Fai Liguria: "Dopo il lockdown la riscoperta delle meraviglie della nostra regione"

di Redazione

La presidente Croce: "Nella quarantena una mancanza terribile del mondo che ci circonda"

Anche il FAI, il Fondo Ambiente Italiano, è tornato alla piena operatività dopo il periodo di lockdown a causa dell'emergenza coronavirus. Il FAI è una fondazione italiana senza scopo di lucro, sorta nel 1975 con l'intento di agire per la tutela, la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico e naturale. La presidente della Liguria Roberta Cento Croce ha analizzato le difficoltà di quest'ultimo periodo: "Adesso possiamo uscire di nuovo al sole, alla vita, a vedere le cose belle che ci circondano. È ricominciare a vivere, ad appropriarsi del mondo che ci appartiene. I beni del FAI in questi mesi sono continuati a vivere, sono stati curati, ma senza il visitatore anche loro non stavano bene. Il bene deve ricevere il calore di chi lo viene a visitare. Il lockdown ci ha fatto molto riflettere sui nostri equilibri di società civile. Sicuramente ci ha fatto sentire strette le mura di casa. Siamo talmente abituati alla bellezza che ci circonda che in questo lockdown abbiamo sentito una mancanza terribile della continua familiarità con il mondo che ci circonda."

Il FAI in Liguria si batte per la salvaguardia e la sostenibilità di alcuni beni di straordinario valore: "Abbiamo la straordinaria abbazia di San Fruttuoso che forse è quello più significativo. Oggi, 2 giugno, verrà aperta. Credo che abbia già il pienone, è un bene davvero unico. Dal 1983 ad oggi è stata riscoperta più volte a ogni restauro. Storie di monaci, trasformazioni, un luogo pieno di racconti. Poi c'è un altro bene molto particolare a Lavagna, è casa Carbone. Il suo scopo era quello di consentire ai visitatori di far capire come viveva la buona borghesia nel 900. Ciascuno di noi potrà riscoprire quello che trovava nella casa della propria nonna. Un ritorno indietro di un secolo che descrive un mondo in evoluzione. E poi c'è casa Lovara nel parco delle 5 terre. Ha un valore straordinaria perchè in essa si possono trovare tutte le pulsioni ambientali del FAI. Si riscopre l'approccio alla sostenibilità ambientale."