Condividi:


Sanremo, dal 16 giugno torna la Rolex Giraglia con 151 equipaggi al via

di Redazione

Sarà preceduta da due regate, la prima in partenza da Genova con 42 equipaggi e l'altra da Saint Tropez con 36 equipaggi

Conto alla rovescia per la partenza della Rolex Giraglia, la classica regata d'altura al via 16 giugno da Sanremo. Sono 151 gli equipaggi in gara per quest'anno, con l'obiettivo di battere il record di 14 ore e 56 minuti del 2012 su un percorso di 241 miglia. Settantotto dei centocinquantuno equipaggi si avvicineranno a Sanremo con due regate, in partenza il 13 giugno: una da Genova (42 equipaggi) e l'altra da Saint Tropez (36 equipaggi), nella Costa azzurra francese. L'intera flotta si radunerà a Sanremo, nelle prime ore del 14 giugno, al Porto Vecchio. Circa duemila i velisti provenienti da tutto il mondo, che si raduneranno nella città dei Fiori.

"E' un poker di grandi eventi - ha affermato il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, alla presentazione dell'evento in Comune - dopo il Festival di Sanremo, la Milano-Sanremo e il Rally Storico". Il percorso prevede la partenza da Sanremo, con una prima boa di disimpegno davanti al porto di Ventimiglia; quindi una seconda boa tra Cannes e Frejus, in Costa Azzurra. Le imbarcazione si dirigeranno, quindi, alla Giraglia con direzione Genova. "La Giraglia - ha aggiunto Biancheri - è un evento importantissimo a livello mediatico e di promozione, ma anche con un ritorno economico per la città".

Alla presentazione anche il presidente dello Yacht Club di Sanremo, Beppe Zaoli: "Verranno rispettati tutti i protocolli Covid, con grande volontà e desiderio di poter svolgere una manifestazione di elevato livello ritornando al piacere dello sport e alla libertà di poter vivere la città". Molti gli aneddoti che caratterizzano questa regata, che dal 1953, con la partenza da Cannes, in poi, ha rappresentato un punto fisso per i maggiori velisti internazionali. Dal record di Stella Polare, la barca della Marina Militare che nel 1966 stabilisce il primo tempo sotto le 30 ore (precisamente 29 ore), battuto poi da Benbow nel 1984 (con 27 ore e 24 minuti) e via via altri fino al 2012 quando "Esimit Europa 2" stabilisce il record tutt'ora imbattuto di 14 ore e 56 minuti.