Giovedi, 27 giugno 2019  

Vado Ligure, la prima gru Sts “battezza” il terminal Apm

E' arrivata via mare dopo un viaggio di due mesi dalla Cina
2018-12-19T12:46:22+00:00

Nel porto di Vado Ligure è arrivata la prima gru “di banchina” che andrà a operare nel terminal container di APM Terminals attualmente in costruzione e la cui realizzazione è oggi arrivata al 75%. Alta oltre 90 metri e pesante 1.800 tonnellate, è la prima delle quattro gru Ship to shore che opereranno a Vado.
La gru è alta oltre 90 metri, pesa circa 1.800 tonnellate e ha uno “sbraccio” in grado di manovrare fino a 23 file di container in senso orizzontale. La portata è di 65 tonnellate in configurazione “twin lift” e 100 in configurazione “sotto gancio”. Si tratta di equipaggiamenti di ultima generazione, tecnologicamente avanzati, che rispondono ai più elevati standard di mercato.

La gru di banchina è arrivata venerdì 7 dicembre a bordo di una nave, insieme ad altre quattro gru “di piazzale” (ARMG- Automated rail mounted gantry) al termine di un viaggio dalla Cina durato due mesi. Le complesse fasi dello sbarco delle gru sono durate circa due settimane e saranno seguite da una serie di test che dureranno alcuni mesi.

Le dimensioni della gru, unite a quelle dei fondali del terminal (da -16 a -23 metri di profondità) e a banchine di ben 4,5 metri sopra il livello del mare consentiranno di operare a Vado Ligure navi di ultima generazione (ULCS – Ultra large container ships).
A completamento della flotta di STS, altre tre gru di banchina sono previste in arrivo a primavera 2019.