Condividi:


Uso cellulare alla guida, giro di vite in Liguria: arrivano le pattuglie in borghese

di Redazione

Controlli straordinari su autostrade e strade urbane dal 16 al 20 luglio in attesa del nuovo codice della strada

Giro di vite della polizia stradale di Genova contro l'uso del cellulare alla guida. Tra il 16 e il 20 luglio al via una serie di controlli intensivi con pattuglie in auto in moto, in divisa ma anche in borghese, per stroncare le distrazioni al volante che sono alla base del 40,8% degli incidenti stradali secondo i dati Istat su base nazionale.

I controlli, che saranno eseguiti in coordinamento con l'Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Genova, saranno concentrati nei punti nevralgici della viabilità autostradale, ma anche nei centri urbani.

COSA SI RISCHIA

Chi viene sorpreso con "apparecchi radiotelefonici" durante la marcia - come recita l'articolo 173 del codice della strada - va incontro a una multa da 161 a 647 euro con decurtazione di 5 punti. Sanzioni che si inaspriranno con l'entrata in vigore del nuovo codice, entro fine 2019, che prevede multe da 422 a 1.697 euro e sospensione della patente da una settimana a due mesi, che diventa da uno a tre mesi in caso di infrazione reiterata. Raddoppiata anche la decurtazione che sale a 10 punti.

La sanzione può essere elevata anche senza contestazione, ma in questo caso il verbale deve indicare con precisione gli estremi della violazione e l’indicazione dei motivi che hanno reso impossibile la contestazione immediata.